Mikhail Lesin, ex segretario dei Media del presidente russo Vladimir Putin, è morto prima di una riunione con funzionari del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti nel 2015 a Washington. All’epoca, si era stabilito il decesso per un incidente.

Tuttavia, due anni dopo, il sito BuzzFeed News, ha pubblicato un articolo che sostiene che “tutto il mondo pensa che è stato colpito alla testa. Molti funzionari dei servizi segreti e poliziotti hanno il sospetto che è stato un colpo russo”. Il sito ha presentato una richiesta per continuare le indagini sul caso. Ci sono interviste a testimoni e nastri di registrazione a cui nessuno può avere acceso.

Pubblicità
Pubblicità

Nell’articolo di BuzzFeed si legge che due agenti del Dipartimento di Giustizia americano pagavano per la stanza dell’albergo Dupont Circle dove è stato trovato il corpo di Lesin il 5 novembre del 2015. Aveva ferite alla testa, sul collo e sul petto.

Secondo BuzzFeed, un agent dell’#FBI pensa che Lesin è stato picchiato a morte. Ha riconosciuto che esistono interessi e pressioni per nascondere quello che è successo. “Non c’è una sola persona in questo ufficio – ha detto l’agente anonimo – che crede che questo signore è caduto perché era ubriaco ed è morto. Tutto il mondo pensa che è stato picchiato e che è stato Putin o il Cremlino a farlo”. #Stati Uniti #russia