Si è svolta di fronte l'ambasciata Inglese a Roma, la manifestazione di protesta di Forza Nuova contro la decisione di staccare i macchinari che tengono in vita il bambino inglese Charlie Gard. Una storia che ha sconvolto tutti e che ha visto Forza Nuova e l'associazione Evita Peron tra i primi in Italia a schierarsi al fianco della famiglia del piccolo Charlie sia attraverso i social network, sia in piazza con la protesta/fiaccolata davanti l'ambasciata. Molti militanti erano presenti, ma anche tante mamme con i propri bambini a dimostrazione che la vicenda è molto sentita sopratutto da chi ha figli.

La manifestazione di Forza Nuova

Presenti in piazza anche il responsabile del dipartimento lavoro di Forza Nuova Valerio Arenare che ha dichiarato: 'Non possiamo permettere che ciò accada, nessuno può sostituirsi a Dio e decidere di interrompere la vita di questo bambino.

Pubblicità
Pubblicità

Nessun tribunale può condannare a morte un bambino di dieci mesi'. Francesco Santarelli di Forza Nuova Roma: 'Il diritto alla vita è il fondamento di ogni altra rivendicazione sociale; non possiamo lasciare che un governo decida liberamente su chi è degno di vivere e chi no. La difesa dei nostri figli da un ideologia spietata e utilitarista, che uccide i malati e favorisce gli idonei al lavoro è una battaglia doverosa da portare avanti. La storia di Charlie potrebbe essere quella di un bambino o di un anziano qualunque e potrebbe accadere, a questo punto, anche in Italia. È una politica criminale che va assolutamente fermata. Oggi Charlie è figlio di tutti noi'.

Il momento più emozionante della manifestazione è stato quando la responsabile romana dell'associazione Evita Peron (associazione satellite di Forza Nuova), Vera Provenzale, ha letto una lettera dedicata al piccolo Charlie e alla sofferenza che stanno vivendo in questi tremendi giorni i suoi genitori.

Pubblicità

A conclusione della manifestazione ha preso la parola Don Federico Montani della Fraternità di Albano Laziale che ha voluto ricordare l'importanza della vita e di quanto l'unico che può decidere sulla vita e sulla morte di una persona è solamente Dio e nessun uomo può sostituirsi a lui. I Militanti di Forza Nuova, alla fine degli interventi, si sono soffermati per dedicare una preghiera al piccolo Charlie e alla sua famiglia, mentre sui social il Segretario Nazionale Roberto Fiore lanciava una campagna mediatica di protesta contro la decisione dei medici inglesi e della corte Europea dei diritti dell'uomo di sospendere le cure per il piccolo che così, di fatto, è stato condannato a morte. #forzanuova #charliegard #ambasciatainglese