Il #Governo accelera sullo #Ius soli e per portare a compimento, il provvedimento potrebbe inserire la fiducia. Sembrerebbe dunque una situazione lineare, ma Alfano ha dichiarato di essere contrario ad esso. Il Partito democratico frena sullo Ius soli ed allo stesso tempo il governo traballa. Insomma: si respira aria di crisi.

Ma il vero ostacolo è stato rappresentato, già nelle scorse settimane, da un pesante attacco delle opposizioni, soprattutto la Lega di Matteo #Salvini a suon di risse e migliaia di emendamenti. Ciò ha generato sentimenti vari tra i cittadini e sul web, dall'indignazione alle mancate priorità del paese e fino al 'sentirsi dimenticati'.

Pubblicità
Pubblicità

Le dichiarazioni dell'opposizione

Salvini passa all'attacco e festeggia per aver impedito fino a questo momento l'attuazione di questa legge. Sulla sua pagina Facebook si scaglia con un post contro lo Ius soli. Matteo Salvini afferma come il governo sia in difficoltà e ciò per merito della ferrea opposizione attuata proprio dalla Lega.

Non solo Salvini, anche Giorgia Meloni, leader di fratelli d'Italia, passa all'attacco sostenendo soprattutto come il governo attuerebbe un provvedimento che non era neanche presente nel programma elettorale. Questo forse è un aspetto che pochi hanno sottolineato. Molti si sono chiesti, dunque, perché il governo insista su tale legge.

Da quest'ultima affermazione, sono partiti varie osservazioni e polemiche. Non pochi hanno difatti sostenuto, come tutto ciò serva a garantire al partito democratico un nuovo 'bacino di voti'.

Pubblicità

Oltre Salvini e la Meloni anche Silvio Berlusconi si è esposto in merito alla questione ed ha dichiarato: 'Lo Ius soli, un invito ai migranti'. Questa affermazione pone l'attenzione sul vero fenomeno che l'Italia sta subendo, ovvero l'infinita emergenza sbarchi sui porti italiani.

Il vero problema, infatti, è rappresentato dall'infinita onda migratoria che specialmente negli ultimi mesi si è accentuata. Sul web, dunque, lo Ius soli è stato considerato come un invito a partire, un modo per dire che in Italia vi è posto per tutti. Quello che però potrebbe non essere soltanto un sospetto, è il fatto per cui sbarchino tutti in Italia. La ricollocazione non esiste. C'è chi ha paventato lo spettro di un terribile baratto: la maggiore flessibilità in cambio dell'invasione migratoria. Per altre notizie su Governo, Politica e quant'altro, cliccate Segui.