In un comunicato firmato dal Coordinatore del Piemonte Luigi Cortese, e dal Responsabile del Dipartimento Lavoro e Politiche Sindacali Valerio Arenare, il movimento politico Forza Nuova è intervenuto sulla drammatica vicenda che ha visto protagonista una quarantaseienne disoccupata di Settimo Torinese, che ha tentato di darsi fuoco nella sede INPS di zona.

"Un ennesimo episodio drammatico che vede come protagonista un italiano disperato a causa della perdita del posto di lavoro. In questo caso si tratta di una donna di 46 anni che, dopo dieci anni di lavoro, si è vista recapitare la comunicazione di licenziamento a causa dell'esternalizzazione dei servizi attuata dalla sua azienda, 600 euro al mese, che permettevano alla signora di Settimo Torinese di sopravvivere, che sono venuti improvvisamente a mancare dal budget familiare in un periodo già così critico per le famiglie italiane a causa della grave crisi economica che sta lentamente soffocando il nostro popolo.

Pubblicità
Pubblicità

Oltre al danno anche la beffa, ovvero il mancato pagamento del TFR, motivo per il quale la signora ha iniziato, tramite legali, una vertenza per il riconoscimento dei propri diritti. Ultimo episodio è stato il mancato pagamento dell'indennità di disoccupazione, NASPI, che le ha fatto decidere di compiere il drammatico gesto, mancato pagamento dovuto al blocco della pratica per mancanza di un documento comunicato dall'INPS con colpevole ritardo. Episodio di cui riteniamo responsabile anche il patronato della CGIL delegato dalla signora alla compilazione della pratica e che avrebbe dovuto seguire l'andamento della stessa e quindi integrare la pratica di eventuali documenti mancanti. Un insieme di cause che hanno portato questa donna ad un passo dalla morte e che è stata salvata solo grazie alla prontezza di riflessi dei soccorritori.

Pubblicità

Un altro episodio drammatico causato dalla grave crisi economica ed occupazionale che sta vivendo il nostro paese e, purtroppo, non sarà nemmeno l'ultimo che registreremo in quanto questo Governo abusivo ha già dimostrato più volte di non avere né la volontà, né tanto meno la capacità di trovare delle soluzioni valide per risollevare il nostro paese e per donare un po di serenità agli italiani".

L'intervento di Forza Nuova prosegue: "Governo impegnato in leggi che sinceramente non importano alla maggior parte degli italiani perché non servono assolutamente a migliorare la vita, ma che addirittura potrebbero causare ulteriori drammatici problemi al nostro paese come lo ius soli. Noi continuiamo a ripetere che la priorità per il nostro paese è quella di rimettere i cittadini italiani al centro della discussione politica e di cominciare a studiare soluzioni concrete per risolvere la crisi economica ed occupazionale come l'abbattimento dei costi di lavoro, la defiscalizzazione per le aziende che assumono italiani, sostegni a chi vuole avviare attività volte all'utilizzo e alla realizzazione di prodotti esclusivamente italiani.

Pubblicità

Questi ed altri interventi possono salvare il nostro paese e bisogna agire subito affinché non ci siano più episodi come quello di Settimo Torinese e come gli altri episodi precedenti, alcuni dei quali hanno avuto conclusioni ancora più drammatiche".

In conclusione, il movimento politico scrive che: "continuerà a battersi, affinché l'opinione pubblica prenda coscienza che questo Governo servo della UE e delle lobby, sta uccidendo il nostro paese, e che è arrivato il momento di scendere in piazza per mandare costoro una volta per tutte a casa. Forza Nuova continuerà a battersi per far valere i diritti di tutti i lavoratori, pensionati e disoccupati italiani, perché siamo convinti che ancora tutto può cambiare". #forzanuova #Politica Torino #Cronaca Torino