Siamo entrati nella terza decade del mese di luglio e vogliamo illustrarvi gli ultimi #Sondaggi politici di INDEX Research. Le intenzioni di voto ai partiti evidenziano un brusco arretramento da parte del #Pd. Il partito di Matteo Renzi perde i pezzi, scivolando decisamente indietro rispetto al Movimento 5 Stelle. Quest’ultimo ha incrementato il proprio valore rispetto alla tornata precedente, staccando ulteriormente i rivali. A seguire vi mostriamo le percentuali esatte registrate dall’istituto di ricerche, dopodiché vi riportiamo un’indagine condotta da IPSOS riguardo proprio ai pentastellati.

INDEX: positivo il Centrodestra

In testa alle preferenze degli italiani c’è il #M5S con il 28,4%.

Pubblicità
Pubblicità

Confrontando il dato con quello della settimana scorsa, si registra un aumento dello 0,6%. Il gap con il Partito Democratico è dunque ampliato, complice anche la perdita dello 0,7% di quest’ultimo, che viene attestato al 25,4%. Prosegue il buon momento di Lega Nord (+0,3%), che si porta al 14,5%, mentre è in calo Forza Italia (-0,3%), che scivola al 13,1%. Il CDX può comunque sorridere grazie a Fratelli d’Italia (5,5%), che incrementa dello 0,1%. A seguire c’è Articolo 1 con il 3,7% (-0,1%), dopodiché troviamo Sinistra Italiana con il 2,1% (-0,1%), che precede di un soffio il fanalino di coda Alternativa Popolare, stabile al 2%. Le rimanenti liste sono così suddivise: CSX 1%; CDX 2%; Altri 2,3%. Considerando le coalizioni, abbiamo quella di Centrodestra al 35,1% (+0,1%), mentre quella di Centrosinistra si ferma al 32,2% (-0,9%).

Pubblicità

PIEPOLI: indagine sul Movimento 5 Stelle

L’istituto PIEPOLI ha effettuato un’indagine sul movimento di Beppe Grillo. Agli italiani è stato chiesto se il M5S potrebbe vincere le elezioni politiche e per il 53% degli intervistati la risposta è stata negativa. Il 34% ha sottolineato che probabilmente le vincerà, mentre solo il 5% ne è sicuramente certo. Il restante 8% non ha saputo rispondere. È stata posta poi un’altra domanda, relativa al presidente del Consiglio migliore per i grillini. Il 40% ha indicato Luigi Di Maio, mentre l’8% ha risposto Alessandro Di Battista. Appena il 2% per Paola Taverna e l’1% per Roberta Lombardi. Il restante 49% non so o non vorrebbe nessuno di questi citati.

Infine, si è parlato di possibili alleanze nel caso non riuscisse a raggiungere la maggioranza. Il 17% opterebbe per il PD, mentre il 14% sceglierebbe Lega Nord e Fratelli d’Italia; c’è poi il 9% che preferirebbe l’intero CDX. Il 40%, invece, non vorrebbe alcuna alleanza e il restante 20% non sa. Prima di lasciarvi, vi invitiamo a seguirci per ricevere ulteriori aggiornamenti sui sondaggi elettorali.