Pubblicità
Pubblicità

Difficilmente i musicisti e gli artisti in generale intervengono sui temi strettamente politica e ancor meno spesso prendono esplicitamente posizione a favore di un movimento politico. Non è invece evidentemente di questo avviso Cristiano De Andrè, cantante e musicista, figlio dell'indimenticato Fabrizio. Nel pomeriggio di questo 4 novembre infatti, alla vigilia delle elezioni regionali siciliane [VIDEO], il 55enne artista genovese ha utilizzato la propria pagina ufficiale su Facebook, quella per intenderci utilizzata per comunicare le proprie serate musicali, e che è seguita da oltre 93.000 follower, per un vero e proprio endorsement politico: precisamente a favore del Movimento 5 Stelle.

Pubblicità

L'appoggio di Cristiano De Andrè al M5S

Lasciando spiazzati alcuni dei suoi follower, che seguono la pagina Facebook, per essere aggiornati sugli eventi musicali, Cristiano De Andrè è intervenuto con un breve ma perentorio post, nel quale ha dichiarato le seguenti testuali parole: "Che schifo! Sono sempre stato di sinistra, ora mi vergogno di questo PD e di questo governo [VIDEO]. Mi dichiaro apertamente con il “ Movimento Cinque Stelle “. Cristiano. PS: mi auguro almeno che questa domenica in Sicilia, possa vincere Cancelleri!". Il tutto condividendo un post di una pagina legata al #M5S che ritrae il Presidente della Repubblica Mattarella, con la frase "Ha firmato il Rosatellum 2.0. Vergogna".

Un intervento inatteso che ha avuto sia apprezzamenti che critiche da parte dei seguaci della pagina, alle quale De Andrè ha in alcuni casi risposto personalmente.

Pubblicità

In particolare, a chi gli chiede "Ma non eri anarchico?", l'artista risponde "Infatti! Credo che il Movimento Cinque Stelle, vada proprio in quella direzione"

Mentre a qualcun altro che lo critica per la sua presa di posizione, De Andrè replica: "Perché non è in logica con quello che penso e con quello che ha sempre scritto mio padre! Lui oggi, sono certo che avrebbe fatto la stessa cosa! Ci vuole un minimo di coerenza nella vita! Non mi piacciono e non mi sono mai piaciute le bandieruole! Io non faccio solo #Musica, porto in giro l’alta giustizia, la poesia, i valori e la dignità umana! Tutto quello che non riscontro in questo governo e in chi lo rappresenta!"

Il post politico di Cristiano De Andrè ha ottenuto, nelle sole prime tre ore dalla pubblicazione, oltre 580 like e reazioni e oltre 150 commenti. Ha inoltre avuto moltissime condivisioni in gruppi Fb di politica, attirando come prevedibile sia critiche che apprezzamenti.

Ecco qui di seguito il post originale pubblicato sulla pagina ufficiale dell'artista.

#Pd