Pubblicità
Pubblicità

In un nostro articolo precedente [VIDEO], abbiamo esaminato in dettaglio la suddivisione in collegi elettorali del sud-est siciliano in base alla nuova legge elettorale, il cosiddetto “Rosatellum”, analizzando in quali collegi siano stati inseriti i comuni della provincia di Siracusa. Adesso, abbiamo provato a fare delle simulazioni in base ai risultati delle elezioni regionali dello scorso 5 novembre, iniziando con i due collegi uninominali (sistema maggioritario) della Camera comprendenti anche i comuni della provincia di Siracusa – ovvero il Sicilia 2-08 e il Sicilia 2-09 – e con il collegio uninominale del Senato comprendente quasi tutti i comuni della provincia di Siracusa (esclusi Buccheri, Ferla, Francofonte e Lentini), ovvero il Sicilia 09.

Pubblicità

Collegio Camera Sicilia 2-08 e Sicilia 2-09

Ricordiamo che, per la parte riguardante il sistema uninominale maggioritario, vince il candidato proposto dal partito [VIDEO] o dalla coalizione di partiti che prende più voti, senza che gli altri abbiano alcun altro spazio. Stando a questa premessa, nel collegio della Camera Sicilia 2-08 (Augusta, Canicattini Bagni, Carlentini, Floridia, Melilli, Priolo Gargallo, Siracusa, Solarino, Sortino) le principali quattro forze in campo esprimerebbero le seguenti percentuali: il M5S avrebbe il 38,5%, il Centro-destra il 31,4%, il Centro-sinistra il 24,3%, la Sinistra il 5,7%. Si tratta del collegio che in questo momento viene attribuito da chi ha effettuato analoghe simulazioni al candidato del Movimento 5 Stelle. A pesare su questo risultato è principalmente il dato del comune capoluogo, che come vedremo è in contro-tendenza rispetto alle aree limitrofe, tant’è che negli altri due collegi risulta invece favorito il Centro-destra.

Pubblicità

Nell’altro collegio della Camera che comprende alcuni comuni della provincia di Siracusa, ovvero il Sicilia 2-09 (Avola, Buscemi, Buccheri, Cassaro, Ferla, Francofonte, Giarratana, Ispica, Lentini, Militello, Monterosso Almo, Noto, Pachino, Palagonia, Palazzolo, Portopalo, Pozzallo, Rosolini, Scordia), la simulazione offre questi risultati: Centro-destra 44,8%, M5S 27,1%, Centro-sinistra 22,6%, Sinistra 5,4%. In questo caso, quindi, è probabile che venga eletto il candidato che verrà proposto dalla coalizione di Centro-destra.

Collegio Senato Sicilia 9

Infine, abbiamo effettuato una simulazione relativamente al collegio uninominale maggioritario del Senato denominato Sicilia 09 (Acate, Augusta, Avola, Buscemi, Canicattini Bagni, Carlentini, Cassaro, Chiaramonte Gulfi, Comiso, Floridia, Giarratana, Ispica, Melilli, Modica, Monterosso Almo, Noto, Pachino, Palazzolo Acreide, Portopalo, Pozzallo, Priolo Gargallo, Ragusa, Rosolini, Santa Croce Camerina, Scicli, Siracusa, Solarino, Sortino, Vittoria).

Pubblicità

Qui bisogna considerare però che partiamo da dati che incorporano i votanti alle Regionali dai 18 ai 25 anni, mentre per il Senato hanno diritto al voto gli elettori al di sopra dei 25 anni. Per questa ragione, è probabile che il dato del M5S risulti comunque sovrastimato: Centro-destra 37,8%, M5S 33,7%, Centro-sinistra 21,3%, Sinistra 7%. Ma la forbice di soli quattro punti percentuali tra Centro-destra e M5S, togliendo l’elettorato dai 18 ai 25 anni, è probabilmente più ampia. Al momento, quindi, anche questo collegio andrebbe al Centro-destra. #Politica Siracusa #Politica Sicilia #Elezioni politiche