Il sindaco di #Roma Marino propone di togliere i sampietrini, o sanpietrini, da Piazza Venezia. Secondo quanto riportato dai quotidiani, i sanpietrini romani saranno sostituiti dall'asfalto e messi in vendita per coprire le spese dell'operazione. Malgrado l'elasticità e la capacità di coesione e adattamento al fondo stradale dei sampietrini, che dal 1725 hanno rappresentato la migliore soluzione per la pavimentazione delle strade di Roma, dopo due anni dall'ultima risistemazione di piazza Venezia, il sindaco Ignazio Marino ritiene che si possa ottenere di meglio con l'asfalto: realizzato con copertoni riciclati, non sdrucciolevole, fonoassorbente.

Pubblicità
Pubblicità

Il costo della rimozione dei blocchetti di pietra lavica e quello dell'asfaltatura sarebbero coperti con la messa in vendita degli stessi sampietrini.

Via i tipici sampietrini da piazza Venezia che, secondo il progetto di Marino, possono essere salvaguardati per il loro valore estetico e storico nelle aree pedonali e nelle vie in cui il traffico è contenuto e la velocità di transito limitata. Sarebbero quindi "salve" dalla rimozione dei sampietrini, piazza Navona, piazza del Pantheon e via dei Fori Imperiali, ma non la grande e trafficata piazza Venezia, o le ampie strade del centro della Capitale, come via Nazionale, per la quale già in ottobre Marino ha proposto una analoga operazione, che si accoda all'idea di asfaltare almeno la parte centrale della via, fatta già dal suo predecessore Alemanno.

Pubblicità

Finita l'era del selciarolo, che i blocchetti di leucitite chiamati sanpietrini li metteva in opera nelle strade e nelle piazze di Roma, inizia quella del buon piazzista che riuscirà a rivendere al miglior offerente i sampietrini romani. Se l'idea di asfaltare piazza Venezia fosse realizzata, saranno da mettere in vendita, come souvenir o pittoresco tipo di pavimentazione da rivalorizzare, magari all'estero, i blocchetti attualmente posizionati su 170mila metri quadrati, questa è la superficie di piazza Venezia. Se ne salveranno alcuni, che verranno posti in bordure lungo i marciapiedi, dove non disturberanno il transito delle automobili. #Cronaca Roma

Una cosa è certa: l'asfaltatura di Piazza Venezia e i sampietrini in vendita provocheranno ancora "scivoloni" e "rumore", con le polemiche che solleveranno. In ogni caso, la decisione di rimuovere i sampietrini da piazza Venezia, lo spiega lo stesso sindaco, dovrà essere discussa con la soprintendenza del ministero per i Beni e le Attività culturali, che già si espresse negativamente per via Nazionale. Sarebbe interessante chiedere anche il parere dei cittadini romani su questa iniziativa. Sampietrini o asfalto a piazza Venezia?