Inseguimenti a grande velocità, sparatorie, elicotteri in volo ed un'auto che finisce nel fiume Tevere, ma per fortuna è soltanto un film, l'ultimo 007, "Spectre", le cui riprese iniziano oggi 19 febbraio a Roma, ed i cui protagonisti blindatissimi nei confronti di giornalisti e curiosi, sono Daniel Craig, Monica Bellucci e Ralph Fiennes. Sono stati già ricevuti ieri in Campidoglio dal sindaco Marino per la presentazione ufficiale ed uno scambio di doni.

Il primo ciak avviene oggi tra l'incanto dei bianchi marmi nel quartiere romano dell'Eur, a piazza Gianni Agnelli, davanti l'ingresso del museo della Civiltà del Lavoro, che grazie a sofisticate scenografie, è diventato un cimitero, dato che non è stato loro permesso di girare al cimitero monumentale del Verano, la gigantesca macchina organizzativa di James Bond ha scelto questa suggestiva location alternativa.

Pubblicità
Pubblicità

Secondo le notizie che sono filtrate, ci sarà un corteo funebre e poi una scena concitatissima, con Bond che farà come sempre le sue acrobazie tra spari ed effetti speciali. Tutta la zona è off-limits, con decine di Tir, molte auto con targhe inglesi, furgoni e furgoncini, ma avvicinarsi è praticamente impossibile. Non solo, tutti coloro che partecipano al set sono votati al silenzio, e vedere cosa accadrà durante le riprese sarà molto difficile, nonostante l'arrivo dei fans da tutta Italia.

Del resto ha detto domenica sera Monica Bellucci da Fabio Fazio: "non posso dire niente di quello che farò. Solo che mi chiamo Lucia e che giro fra Londra e #Roma, dove inizierò tra poco". Il mistero sulle scene è tanto, al punto tale che si inseguono notizie sulle zone interessate. Si dice anche che ci saranno blocchi del traffico a Montesacro, un'auto che volerà nel Tevere e 007 che si lancerà da un elicottero su ponte Sisto.

Pubblicità

Noi romani attendiamo quindi con ansia il mese di lavorazione nelle strade della nostra città. Ci saranno molte chiusure per la circolazione privata al fine di girare gli inseguimenti per le strade cittadine come via Nomentana, Corso Vittorio, Lungotevere, via della Conciliazione, Monti. Gli organizzatori ed i politici affermano che questa sarà una grande vetrina per la bellezza monumentale della Città Eterna, ma noi cittadini pensiamo che non ce ne sia bisogno, e che assisteremo ad un periodo in cui dovremo stravolgere le nostre abitudini con inevitabili problemi di traffico.

Addirittura domenica 8 marzo tra le 21 e le 6 del mattino si girerà l'inseguimento d'auto più importante del film, da viale Gorizia a Porta Pia. I residenti sono avvisati. #Cultura Roma