Il centro d'accoglienza per richiedenti asilo (CARA) di Fiano Romano è un residence sito in via Milano, adiacente alla zona industriale e al centro di raccolta per il conferimento diretto di rifiuti. I richiedenti asilo, parte dei quali proviene da Stati in cui non ci sono guerre e pertanto non potranno richiedere lo status di rifugiati, trascorrono generalmente il proprio tempo giocando a pallone, ma non di rado vengono notati anche bivaccare nei paraggi.

Per quanto riguarda il degrado e la presenza di rifiuti nel quartiere, la situazione non è delle migliori, come si vede nelle foto:

  • un ex sportello per le informazioni turistiche, costato decine di migliaia di vecchie lire, è ora un punto di ritrovo per tossicodipendenti;
  • la fermata del Cotral non ha né marciapiede né pensilina;
  • qua e là vengono abbandonati rifiuti di vario genere, anche ingombranti

Zingaretti annuncia l'arrivo di nuovi migranti

Pochi giorni fa, il presidente della giunta regionale del Lazio, Nicola Zingaretti ha annunciato l'arrivo di centinaia di nuovi migranti: viene quindi da chiedersi se Fiano Romano, pur avendo un'amministrazione comunale dello stesso partito di Zingaretti (PD), sia il posto migliore per mantenerli.

Pubblicità
Pubblicità

Infatti, considerando la sporcizia presente, è poco sensato che i migranti, ospitati in pensione completa nel residence, continuino a vagare nel circondario senza uno scopo apparente. Qualche residente, specialmente nella pagina Facebook "Noi con Salvini Fiano Romano Originale", propone di destinarli a lavori socialmente utili; altri propongono, invece, di rimpatriarli, anche perché non hanno i requisiti legali per ottenere l'asilo. Sulla questione, il sindaco Ottorino Ferilli ha sempre seguito una linea precisa, accettando ogni volta l'arrivo di ulteriori migranti. Originariamente dovevano essere 100, ma ormai il numero complessivo si è moltiplicato.

Nel frattempo, i pendolari che prendono l'autobus del Cotral si lamentano perché i richiedenti asilo occupano sistematicamente i posti a sedere senza avere il biglietto o l'abbonamento.

Pubblicità

Dato che il problema si protrae da anni, l'associazione No Tasse Casa ha illustrato un progetto, già attuato in California, per sostituire il Cotral di Fiano Romano con un servizio molto più efficiente, funzionante verso qualunque destinazione tutti i giorni 24h/24, festivi inclusi, e monitorabile via Internet o via satellite anche da parte dell'utente.

Infine, la presenza di rifiuti ingombranti abbandonati è un paradosso, perché il centro comunale per il conferimento degli stessi è situato a poche centinaia di metri: è evidente, quindi, che qualcosa non funziona nel meccanismo di raccolta oppure nella vigilanza che il Comune dovrebbe effettuare. Tutto ciò aggrava il problema della scarsità di servizi della cittadina alle porte di Roma. #Cronaca Roma