La città di Roma sta per salutare la mostra dei LEGO e dare il benvenuto ad Alfons Maria Mucha, pittore e scultore ceco, considerato uno dei più importanti esponenti dell’Art Nouveau. Nato nel 1860 a Ivančice, nella regione della Moravia, si trasferisce nel 1887 a Parigi per proseguire i suoi studi d’#Arte. Qui, dove lo francesizzano Alphonse, realizza gran parte delle sue opere, di cui fanno parte anche manifesti di teatro e pannelli decorativi, nonché illustrazioni, copertine e litografie. A caratterizzare i suoi capolavori sono i motivi floreali che vanno a comporre una sorta di cornice attorno alla figura, spesso raffigurante una giovane donna.

Pubblicità
Pubblicità

Nei primi anni del Novecento si trasferisce negli Stati Uniti, poi al suo rientro in Europa si reca a Praga, dove fra le tante commissioni affidate dall’allora Cecoslovacchia, si trova a decorare il Teatro delle Belle Arti ed altri palazzi importanti della città. L’artista muore nel 1939 e la sua eredità artistica è oggi uno dei pezzi della storia dell’arte mondiale. Presso il Complesso del Vittoriano sarà allestita per tutta la primavera-estate una mostra ad uno dei mastri della Belle Époque, che ha rinnovato il linguaggio della comunicazione visiva.

Alfons Mucha e l’Art Nouveau in mostra a Roma

La mostra, curata da Tomoko Sato, sarà di scena nella Capitale dal 15 aprile all’11 settembre 2016. L’esposizione si articola su di un percorso che consente di ammirare più di 200 opere, tra cui abbiamo dipinti, disegni, manifesti e gioielli.

Pubblicità

Le sezioni sono sei e permettono di scoprire gli aspetti e le personalità dell’artista bohémien, si va da ‘Un boemo a Parigi’ a ‘L’artista-filosofo’, passando per ‘L’artefice dello stile Mucha’, creatore di immagini per il grande pubblico, ‘Un cosmopolita’, ‘Il mistico’ e ‘Il patriota’. La mostra a Roma sarà aperta tutti i giorni a partire dalle ore 9.30, con la chiusura fissata alle ore 19.30 da lunedì a giovedì, 22.00 il venerdì e il sabato ed infine 20.30 la domenica.

Vediamo ora quanto costano i biglietti d’ingresso al Vittoriano. Il costo intero è di 13 €, mentre il ridotto per studenti under 26, over 65 e ragazzi da 11 a 18 anni ha un prezzo di 11 €; per i bambini di età compresa tra 4 e 11 anni non ancora compiti, si prevede un’ulteriore riduzione a 5 €, mentre quelli ancor più piccoli entrano gratis. Volendo sono disponibili anche i tagliandi che permettono di ammirare anche la mostra di Barbie, con costi rispettivamente di 21 €, 17 € e 8 €. Tariffe speciali per gruppi da 15 a 25 persone, nonché per alunni delle scuole, mentre per gli universitari è previsto un costo di 5 € nei giorni di martedì, escluso i festivi. Ulteriori informazioni sulla mostra di Mucha potete consultarle sul sito internet ilvittoriano.com. #Cultura Roma