Continua il nostro excursus per documentarvi i problemi della città Eterna, nonché Capitale d'Italia, e cioè Roma. Ormai alla vigilia delle elezioni che si terranno il 5 giugno, la città presenta degli scenari veramente apocalittici  e che fanno rabbrividire turisti e cittadini stessi, questi ultimi ormai allo stremo delle forze e della sopportazione in merito alle condizioni in cui versa la città. Qualche giorno fa vi avevamo documentato i problemi nei trasporti, sempre più precari e in preda a ritardi, guasti e scioperi, e la pessima situazione in una delle zone centrali della città, Piazzale Flaminio, in balia di bancarelle spesso abusive e scippi.

Pubblicità
Pubblicità

Ma altrettanta preoccupazione viene arrecata dalle buche e dal dissesto del manto stradale ormai imperante a Roma.

Roma, dissesto stradale e furto di tombini

Sono molti i quartieri della capitale dove l'emergenza del dissesto è veramente alta e alcuni siti romani pongono anche l'attenzione sulle condizioni del piazzale antistante il famoso teatro Ambra Jovinelli della Garbatella, dove regnano le buche e dove sono state 'sradicate' addirittura delle colonnine. Ma l'Esquilino non è l'unico quartiere di Roma dove le buche si trasformano in veri e propri crateri, che costituiscono un gravissimo pericolo per tutti gli automobilisti e i ciclisti. Nelle zone di Casal Boccone, la Muratella, Vigne Nuove e la Bufalotta ci sono delle grosse buche che rendono difficilissima la percorrenza.

Pubblicità

Queste buche, infatti, rischiano di danneggiare moltissimo i cerchioni delle vetture e gli pneumatici, con gravi rischi per tutti i guidatori. Proprio nelle zone sopracitate, poi, si sta accentuando un fenomeno molto preoccupante, che viene rilevato anche da Il Messaggero, e cioè il furto della copertura in ghisa dei tombini che viene sia utilizzata come griglia per i barbecue ma anche, e soprattutto, rivenduta al mercato nero dove questo materiale ha raggiunto il valore di 500 euro a tonnellata. Insomma, la situazione in città è sempre più preoccupante e vedremo se il nuovo sindaco saprà dare una risposta.

STRADE BOMBARDATE DA METEORITI, SERVONO 250 MILIONI PER METTERE IN SICUREZZA LE STRADE

Le strade di Roma sembrano bombardate da meteoriti. Muoversi per la città oltre che fastidioso sta diventando anche pericoloso. Per risolvere il problema servono circa 250 milioni di euro. Ho provocatoriamente detto che si potrebbe vendere la Nuvola di Fuksas per reperire i fondi per rifare il manto stradale di Roma, ma credo anche che si possano coinvolgere molti grandi marchi a cui potrebbe interessare farsi pubblicita' in cambio del rifacimento del manto stradale. Coinvolgiamo le forze private per fare qualcosa di utile. Ma non solo grandi nomi, ogni via, ogni quartiere è importante per chi ci abita, per chi una strada la percorre tutti i giorni, magari più volte al giorno, per questo credo sia importante collaborare anche con i commercianti di zona e con le associazioni di via, così da risolvere i problemi velocemente ed in modo mirato. #Cronaca Roma