Una delle situazioni più care alla maggior parte dei cittadini romani, ma di cui i giornali tradizionali parlano sempre troppo poco, é quella relativa al funzionamento del trasporto pubblico Atac a Roma.

Passano i mesi e gli anni ed il servizio per i cittadini peggiora continuamente, rendendo la vita impossibile alle tantissime persone della capitale (e non), costrette a muoversi in città con i #mezzi pubblici. Distanze che in qualsiasi altra città europea, ma anche in altre città italiane, verrebbero percorse in mezz'ora, a Roma obbligano ad un'ora e mezza di traversata: il triplo del tempo. E non è solo colpa del traffico: a Roma il numero delle vetture destinate al trasporto di superficie è perennemente insufficiente e le corse sono organizzate male. Spesso si vedono linee dell'autobus in ritardo di 4-5 volte rispetto gli orari pubblicati dall'Atac.

Pubblicità
Pubblicità

Le metropolitane sono vetuste e la linea B, in particolare, si guasta di continuo, senza contare i disagi che si verificano nella situazione in cui si incontrano le linee B e B1, che condividono buona parte dello stesso percorso e quindi della stessa ferrovia.

Giorgia Meloni: TRASPORTI, COMPLETARE INFRASTRUTTURE STRATEGICHE E INCREMENTARE LE CORSE

Il traffico è un incubo per tutti, è inutile nasconderci dietro un dito. Il tempo che ogni romano perde nell'attendere i mezzi pubblici è altrettanto frustrante. Dobbiamo agire, completando la Metro C fino a Piazza Venezia in tempi brevi, realizzare i prolungamenti già in avanzata fase di progettazione delle linee già esistenti verso Casal Monastero, Porta di Roma, Castel di Leva, Romanina-Torvergata e Casalotti. Ma anche e soprattutto sviluppare la rete tramviaria. Sui tram riescono a salire molte più persone rispetto ai bus. Ma non basta, le corse vanno incrementate e velocizzate e per farlo dobbiamo proteggere meglio le corsie preferenziali e crearne di nuove.

 

E quando arrivano i tagli ai fondi degli enti locali, ovviamente, sono sempre i mezzi pubblici a patirne.

Pubblicità

Avete mai provato a salire su uno dei mezzi di trasporto pubblico Atac della periferia di Roma nelle ore di punte della mattina? Se siete fortunati riuscite a prendere (forse) il vostro autobus dopo 3 o 4 passaggi in quanto i precedenti veicoli sono tutti stracolmi e solamente per chiudere le porte ad ogni fermata aspetterete un buon quarto d'ora. Tutti, bambini e anziani, schiacciati alle porte, senza aria e che viaggiano peggio (ci sia concesso il paragone) rispetto ai carri bestiame.

Le elezioni comunali di Roma sono alle porte: qualcosa cambierà? #Cronaca Roma