Laddove non interviene il comune o il Municipio di riferimento, ci pensano i cittadini. È l’idea che hanno avuto alcuni cittadini residenti nel II Municipio di Roma, che si sono autotassati per ripulire una zona di verde pubblico a dir poco trascurata dalle istituzioni. Il luogo in questione si trova al confine con la tangenziale (direzione San Giovanni), lungo via Alfredo Catalani, a due passi da viale Somalia.

Roma, cittadini si autotassano per proteggere il verde pubblico (II Municipio)

L’iniziativa degli abitanti del posto ha preso piede lo scorso primo maggio, quando alcuni volontari si sono recati nei condomini della zona per autofinanziarsi e poter reclutare – così – dei giardinieri.

Pubblicità
Pubblicità

“Molti di noi si sono autotassati. Siamo riusciti a raccogliere un migliaio di euro versando 15 o 20 euro ciascuno e abbiamo potuto comprare i prodotti necessari a ripulire il posto e a pagare dei professionisti che potessero svolgere il lavoro. Grazie a questa iniziativa, siamo stati in grado di ripulire l’equivalente di una foresta. L’erba superava il metro e mezzo di altezza e la potatura degli alberi non avveniva, ormai, da anni. Per di più, all’interno dell’erba fitta c’era una vera e propria discarica” ha dichiarato una delle promotrici dell’idea, che ha poi proseguito parlando anche degli enti colpevoli di aver trascurato il posto: “Fino a qualche anno fa erano la Multiservizi ed il Servizio Giardini a ripulire, di tanto in tanto, il posto. Da più di due anni a questa parte, però, non si è più presentato nessuno e si è giunti a questa situazione di degrado.

Pubblicità

Così, abbiamo fissato un incontro tra gli abitanti della zona e abbiamo scritto al presidente del II Municipio, alla polizia di Roma Capitale e all’Ama. L’unica ad averci risposto, sia pure con parecchio ritardo, è stata l’Ama, che ci ha fornito delle scope e un compattatore per i rifiuti”.

I CITTADINI ATTIVI SONO UNA RISORSA

E' davvero lodevole l'iniziativa di alcuni residenti del II Municipio che hanno voluto autotassarsi per riqualificare il verde pubblico nella loro zona. Mi dispiace davvero molto che per l'incuria e la cattiva gestione centrale si sia arrivati a questo. Proprio per evitare di ritrovarci di fronte a situazioni come questa ho intenzione di affidare ai municipi la gestione del verde pubblico di quartiere, anche se mi piacerebbe molto potesse prevalere il principio di sussidiarietà. I residenti del II Municipio nei pressi di via Catalani si sono mossi in questa direzione da soli. Tuttavia anche questo aspetto va regolamentato. Per favorire l’adozione del verde da parte dei cittadini chiederemo la realizzazione di bandi per la gestione del verde che l’amministrazione pubblica non riesce a curare.

 

Roma, nascerà un comitato di cittadini per ripulire le zone di verde trascurate?

A seguito della riuscitissima iniziativa, che ha coinvolto 30 cittadini e una decina di giardinieri, si sta pensando - adesso - alla nascita di un comitato e all’adozione del verde pubblico in questione.

Pubblicità

I promotori si stanno muovendo in questo senso e sperano di ricevere dalle istituzioni, al più presto, un riscontro positivo per poter procedere alla ripulitura totale e periodica dell’area. Se vuoi restare aggiornato sulle news di Roma Capitale, clicca il tasto 'Segui' in alto, accanto al nome. #Cronaca Roma