Sono passati appena 40 giorni da quando la #scalinata più bella e famosa al mondo ha riaperto dopo un lungo restauro che l'ha riportata al suo antico splendore. È bastato poco però che i segni del #degrado, del turismo di massa e dell'inciviltà tornassero a farla da padroni a Trinità dei Monti.

La denuncia del degrado

La denuncia arriva da una delle firme più prestigiose del giornalismo italiano, Corrado Augias, che sulle pagine di Repubblica.it racconta di una scalinata trasformata in un "suk". Il giornalista fa notare come i due soli vigili presenti, l'assenza di cartelli visibili in cima e ai piedi del monumento con i comportamenti proibiti (come dormire, bivaccare o mangiare) e un adeguato piano di controlli non siano sufficienti a fronteggiare le migliaia di turisti che ammirano questo capolavoro romano.

Pubblicità
Pubblicità

E così mentre gli uomini della Polizia Locale sono impegnati a fischiare, richiamare e rimproverare i comportamenti scorretti dei passanti, ecco che sulla scalinata compaiono cicche di sigarette, macchie di cibo e di gelato, cartacce, gomme da masticare e tutto ciò che in teoria sarebbe vietato, che riportano velocemente la scalinata di #Trinità dei Monti a prima del restauro.

Il restauro della scalinata di Trinità dei Monti

Eppure sono passati appena 40 giorni da quando la scalinata era tornata allo splendore del 1726. Un'operazione fortemente voluta dal sindaco Marino, così come per la fontana di Trevi, e durata oltre un anno, per un costo complessivo di circa un milione e mezzo di euro sostenuto dallo sponsor privato Bulgari.

Era il 22 settembre scorso quando i romani e tutto il mondo ha potuto apprezzare in tutta la sua bellezza i 135 scalini che l'architetto Francesco De Sanctis mise a collegamento della fontana della Barcaccia del Bernini e la chiesa di Trinità dei Monti.

Pubblicità

Adesso però questo sforzo rischia di essere vano se non vengono adottate misure urgenti per tutelare questo patrimonio, prima che succeda ciò che nessuno vorrebbe mai, con episodi come quello di cui è stata tristemente protagonista la Barcaccia, rovinata in maniera irreparabile.

Resta aggiornato su quello che accade a Roma, cliccando il tasto Segui in alto vicino al titolo.