Il mare di Roma è protagonista della prima esperienza di outdoor education sulle spiagge. Nasce il primo "Asilo del Mare", come progetto per la scuola dell'infanzia. L'iniziativa è portata avanti dall'associazione "Manes", l'Istituto Amendola Guttuso e il CHM Lipu di Ostia, con la partecipazione del Corpo Forestale dello Stato. Martedì 6 Dicembre è stato presentato il progetto nella sede della scuola Amendola, in via dell'Idroscalo 82. All'incontro hanno partecipato: Danilo Casertano ideatore e fondatore del progetto "Asilo del Bosco"; Alessandra De Persio, maestra ed educatrice scuola d'infanzia; Alessandro Polinori, responsabile CHM Lipu Ostia/Consigliere Nazionale Lipu; Lucia Carletti, dirigente Istituto Comprensivo Amendola Guttuso.

Pubblicità
Pubblicità

Progetto Asilo del Mare

L'Istituto Comprensivo “Amendola Guttuso" e l'associazione "Manes", in virtù della pluriennale collaborazione sviluppata nel progetto "Asilo nel Bosco", hanno deciso di ampliare l'offerta formativa, con un’iniziativa rivolta alla scuola dell’infanzia chiamata "Asilo del Mare". Obiettivo del progetto è quello di aiutare i bambini che fin da piccoli mostrano segnali di disagio che, se trascurati, possono sfociare in problemi ben più gravi nel corso del tempo. Primaria la prevenzione della fobia della scuola e dell’abbandono scolastico. Obiettivo ulteriore è quello di allargare l’orizzonte formativo, includendo progetti di outdoor education, per attirare famiglie del quartiere e di zone limitrofe, riqualificando, attraverso l’innovazione pedagogica, un quadrante della città a rischio.

Pubblicità

I #bambini esplorano il territorio potendo contare sulla collaborazione del CHM della Lipu, un luogo di particolare interesse naturalistico ed educativo. I bambini fanno scuola all'aria aperta e sono sempre accompagnati da professionisti, volontari dell’Associazione Manes, con la supervisione dell’Istituto Comprensivo Amendola Guttuso. L’associazione e la scuola si incontrano regolarmente per condividere e coordinare gli interventi, al fine di favorire una crescita dei bambini armonica e in linea con le indicazioni nazionali del ministero. Una sperimentazione di cui sentiremo ancora parlare.