Peggiora il problema rifiuti a Roma, ci sono sacchetti della spazzatura ovunque e la grave situazione non riguarda solo le periferie ma sta preoccupando anche i quartieri del centro. Molti presidenti di Municipio si sono rivolti ai vertici dell'#AMA (Azienda Municipale Ambiente), come dichiarato dal Presidente dell'VII Municipio Monica Lozzi:" Abbiamo interpellato l'AMA-#Roma per i #rifiuti non raccolti nel nostro municipio. I Vertici dell'Azienda ci hanno spiegato che gli operatori addetti alla raccolta dei rifiuti non hanno potuto svolgere il loro lavoro perchè gli impianti sono pieni e si hanno grosse difficoltà a smaltire i materiali raccolti".

Pubblicità
Pubblicità

In sostanza, la situazione rifiuti è tornata ad essere quella di alcuni mesi fa, quando, a fine luglio, il problema rifiuti a Roma sembrava non avesse soluzioni essendo saturi sia l'impianto AMA-SALARIO che l'impianto di Rocca Cencia nel VI municipio. Secondo il giornale on-line "Roma Today", negli impianti, ci sono poco meno di un migliaio di tonnellate di rifiuti al fronte di 700 di portata massima, e a causa di questo i camion rimangono carichi, non avendo spazio dove scaricare, e i giri per la raccolta sono rallentati e in alcuni casi addirittura sospesi.

La Direzione dell'AMA, tramite comunicato stampa, rassicura i cittadini comunicando che a breve verranno risolti i problemi tecnici che hanno portato a questa situazione e prevede una ripresa regolare del servizio in pochissimi giorni, intanto lancia un appello ai cittadini romani chiedendo di non abbandonare i rifiuti su strada o vicino ai cassonetti pieni.

Pubblicità

Intanto in diversi quartieri sono iniziate le proteste dei residenti, aumentate anche a causa dell'avvistamento, nei pressi dei cassonetti, di diversi topi che trovano una inesauribile fonte di cibo dai sacchetti dei rifiuti abbandonati vicino ai cassonetti pieni o lungo le strade. Il VII Municipio è sicuramente tra i più colpiti dal problema, alcuni residenti della zona, intervistati dagli organi di stampa, hanno dichiarato:" Non è più un fenomeno solo domenicale, ormai la situazione è la stessa durante l'intera settimana. C'è stato un peggioramento da metà novembre ma siamo fiduciosi e speriamo che a breve si trovi una soluzione per risolvere definitivamente il problema".