Sventata una #rapina ieri notte all'uscita di un supermercato sito a Roma in zona Romanina. Un uomo, romano di 43 anni, dopo aver preso della merce dal supermercato di via Antonio Ciamarra, si è allontanato con la refurtiva, aggredendo a calci e pugni un dipendente del supermercato che aveva tentato di trattenerlo. Subito dopo sono intervenute le forze dell'ordine, che hanno immobilizzato e arrestato il malvivente, che ora è in carcere per il reato di furto, con l'aggravante di percosse.

Chi è l'autore della rapina?

Il protagonista della rapina è un italiano, B.C. di 43 anni, romano, residente nella Capitale. Il malvivente era già noto alle forze dell'ordine per aver commesso reati simili in precedenza, oltre che per altre violenze e resistenza a pubblico ufficiale.

Pubblicità
Pubblicità

Le statistiche dei furti su Roma negli ultimi tre mesi

La rapina avvenuta ieri notte, purtroppo, non costituisce un episodio sporadico, ma va ad aggiungersi ad una triste lunga serie di episodi simili che sono accorsi nella capitale negli ultimi mesi. Una statistica infatti denota che, in particolare negli ultimi tre mesi, gli episodi di furto, come anche quelli di raggiro e pestaggio sono aumentati considerevolmente.

Il caso

A tal proposito infatti, dobbiamo segnalare anche altri episodi di furto accorsi nella Capitale, fra cui un altro avvenuto sempre nella giornata del 17 marzo. Un uomo, M.F. di 39 anni, ha effettuato un'altra rapina, questa volta in un negozio di casalinghi sito in via Benedetto Croce, in zona Tor Carbone. L'uomo, incensurato, ha aggredito il titolare di un negozio di casalinghi, un cinese di 35 anni, derubandolo del suo telefono cellulare.

Pubblicità

Da qui è partita la segnalazione alla polizia, che in breve tempo è intervenuta sul posto, ed è riuscita a rintracciare il malvivente, ancora vicino al luogo del misfatto. Il delinquente è stato fermato e arrestato, ed ora è internato presso il carcere di Regina Coeli. Per il titolare del negozio, fortunatamente, solo tanta paura e una leggera contusione. La crescita della microcriminalità che si sta verificando nella Capitale in quest'ultimo periodo sta preoccupando molto i cittadini, oltre che le Autorità civili, e si avverte il bisogno di nuove e più efficaci misure per contrastare questo fenomeno increscioso.