Pranzo di Pasquetta alquanto agitato in un appartamento di Castelverde, periferia est di Roma. Un 50enne italiano ha preso un mattarello ed ha colpito più volte la compagna, una romena 44enne. Il motivo del litigio sfociato in una violenta aggressione sembra sia il numero di uova necessarie per preparare le fettuccine. I carabinieri di Tivoli sono arrivati immediatamente nell'appartamento in via Raiano ed hanno scoperto la romena in un lago di sangue. Lui, invece, era seduto sul pianerottolo. La donna è stata subito trasportata all'ospedale di Palestrina, ma i medici hanno deciso di trasferirla all'Umberto I di Roma. Le sue condizioni sono gravi ma, secondo le ultime informazioni, non sarebbe in pericolo di vita..

Pubblicità

Pubblicità

Accusato di tentato omicidio volontario

Poteva accadere una tragedia, ieri, in un appartamento nella periferia di Roma. Un uomo ha cercato di soffocare la moglie, colpendola poi con un mattarello, a causa del numero di uova necessarie per fare le fettuccine. I carabinieri di Tivoli hanno arrestato il cinquantenne, che è accusato di tentato omicidio volontario. L'aggressore è nel carcere romano di Regina Coeli. Ai militari ha confessato di aver aggredito la compagna. Quando, ieri, gli operatori del 118 sono arrivati sul luogo dell'aggressione hanno trovato la porta di casa chiusa, quindi hanno dovuto attendere l'arrivo dei carabinieri. Questi sono stati costretti ad entrare nell'appartamento dalla finestra. La romena era per terra. C'era sangue dappertutto. Per fortuna, i medici dell'Umberto I sono riusciti a salvarla. La prognosi è di 30 giorni a causa di una lesione lacerocontusa alla testa e un trauma cranico..

Pubblicità

Sfiorata la tragedia per le fettuccine

Una semplice lite dovuta alla ricetta per preparare le fettuccine ha rischiato di sfociare in tragedia. Secondo le ultime informazioni, sarebbero stati gli operatori del 118, una volta arrivati sul luogo dell'aggressione, a chiamare i carabinieri. Il personale sanitario, infatti, aveva notato il cinquantenne seduto sul pianerottolo, davanti alla porta di casa. L'uomo aveva raccontato di aver pestato la compagna ed essere uscito di casa, dimenticandosi le chiavi dentro. Provvidenziale è stato l'arrivo dei carabinieri che, in men che non si dica, hanno aperto la finestra della sala da pranzo e si sono introdotti nell'appartamento. La romena era priva di sensi, in bagno, con vistose ferite al capo. Da questo episodio si può desumere che il cinquantenne di Castelverde finito in carcere sia un grande estimatore delle fettuccine. #Cronaca Roma