Non c'è soltanto il caldo ad affannare gli italiani in questo mese di luglio. Si preannuncia una nuova giornata di disagi per chi dovrà prendere #mezzi pubblici a #Roma: infatti, Il 6 luglio è in programma nella capitale, e non solo, uno sciopero dei trasporti che coinvolgerà più sigle sindacali. Si preannuncia dunque un giovedì nero non soltanto per le migliaia di lavoratori che si spostano nella capitale (e nell'hinterland) ma anche per i molti turisti che in questo periodo dell'anno hanno scelto di visitare Roma, che può essere senz'altro considerata come una città-museo all'aperto.

Le fasce orarie garantite

Lo #sciopero del 6 luglio, come detto, metterà in seria difficoltà chi prenderà i mezzi Atac (non solo bus, metropolitane e tram, ma anche le ferrovie Roma-Lido, Roma-Civitacastellana-Viterbo e Termini-Centocelle), Tpl e Cotral.

Pubblicità
Pubblicità

Sono comunque garantiti i servizi in alcune ore della giornata. Quali sono le fasce garantite? E' bene appuntarsi gli orari, perché i mezzi saranno regolarmente in circolo la mattina dalle ore 5.30 alle 8.30 e la sera, dalle 17 alle 20.

Chi usa giornalmente i mezzi pubblici per andare a lavorare, dunque, dovrà probabilmente anticipare la sveglia o utilizzare altri modi per raggiungere il proprio posto di lavoro: fuori da questi orari è possibile che non ci siano bus, tram e metropolitane a disposizione. Questo sciopero, è bene ricordarlo, è stato indetto dai sindacati per protestare contro la privatizzazione delle aziende legate al trasporto pubblico locale.

I consigli per i turisti

Chi lavora nelle maggiori città italiane ormai sa benissimo affrontare queste giornate di sciopero, visto che non è certo la prima volta che si fermano i mezzi pubblici.

Pubblicità

Ma c'è anche chi si trova nella capitale per altri motivi e dovrà cercare di cavarsela nel migliore dei modi. Per i tanti turisti che come detto affollano Roma in questo periodo dell'anno il consiglio per affrontare al meglio i disagi legati allo sciopero del 6 luglio 2017 è quello di uscire molto presto e utilizzare i mezzi pubblici per arrivare al più presto in centro città. Da lì sarà bene armarsi di scarpe comode e acqua fresca e passeggiare per le vie della città per raggiungere i luoghi classici del turismo nella capitale, dal Pantheon a Fontana di Trevi, da Via del Corso a Piazza di Spagna. Ci sono poi sempre a disposizione i taxi per spostamenti più lunghi e per tornare eventualmente in albergo prima della fascia oraria garantita serale.