Anche quest'anno Salerno sarà impreziosita da Le luci d'Artista, un appuntamento che da dieci anni rende la città campana un posto davvero incantevole durante il periodo natalizio. La cerimonia di inaugurazione avrà luogo il 7 novembre alle 17:00 con l'accensione, nella Villa Comunale, del Giardino Incantato. Anche quest'anno proseguirà il tema delle fiabe che ha già ispirato le luminarie delle precedenti edizioni. Tra i personaggi nuovi meritano una menzione particolare: Pinocchio e Alice nel Paese delle Meraviglie. Tra le novità più importanti sicuramente è da rilevare che Le luci d'Artista giungeranno fino alla spiaggia di Santa Teresa, finalmente restituita alla città di Salerno dopo anni di incurie, mentre la maggiore attrattiva sarà La Foresta installata in piazza Flavio Gioia.

Pubblicità
Pubblicità

 Quattro, invece, sono i percorsi tematici che hanno determinato la disposizione delle luminarie: il Mito, il Sogno, il Tempo, il Natale.

Le luci d'Artista conquistano il cinema  

Le luci d'Artista rappresentano un'occasione davvero importante per la città di Salerno, soprattutto perché nel corso degli anni e delle edizioni, sono riuscite a catalizzare l'attenzione dei turisti e dei media. Infatti, puntualmente le strade di Salerno nel periodo natalizio sono affollatissime di curiosi e turisti che non perdono occasione per fare selfie o semplicemente ammirare le varie composizioni al neon disposte sulle principali vie e piazze. Una manifestazione culturale che sta diventando inevitabilmente patrimonio tradizionale di una città che vuole attrarre non solo un turismo estivo, vista la sua posizione sul mare.

Pubblicità

Le luminarie di Salerno, quest'anno inoltre godranno di un ulteriore beneficio. Infatti, dal 26 novembre uscirà nelle sale cinematografiche 'Babbo Natale non viene dal nord' , il nuovo film di Maurizio Casagrande.  Il lungometraggio è stato girato lo scorso anno, durante il periodo natalizio, proprio perché in alcune scene del film saranno protagoniste Le luci d'Artista della precedente edizione. Secondo alcune indiscrezione, il finale della pellicola è stato girato proprio nella Villa Comunale per beneficiare della cornice suggestiva del Giardino Incantato. Dunque, una manifestazione culturale che simbolicamente è diventata negli anni anche l'emblema di un Sud che non si arrende e che con le proprie risorse sa creare occasioni per crescere. #Cultura Salerno