Pubblicità
Pubblicità

"Una serata di divertimento e musica in mezzo a voi? Niente di meglio per cominciare il nuovo anno! Buon primo giorno del 2016 e grazie Salerno per questa accoglienza speciale"  Non cinquantamila ma quasi diecimila per il concerto in piazza Amendola del Volo. Numeri in ogni caso importanti e proporzionati alla realtà ed allo spazio in cui i tre giovani cantanti che hanno trionfato a Sanremo con "Grande Amore". "Perché non a Piazza della Concordia - ha chiesto un avventore".

Caos a fine concerto tra spintoni e disorganizzazione

E non è mancato il caos nel momento in cui, alle 23.45, il trio ha terminato la sua esibizione per lasciare il palco al Governatore della Campania Vincenzo De Luca ed al sindaco facente funzione Vincenzo Napoli.

Pubblicità

Una strada sbarrata con le transenne (via Regina Costanza) ed un improvviso imbottigliamento con gente che spingeva, altri che cercavano di farsi largo di forza... Non sono mancati momenti di tensione con sguardi fulminanti e qualche buontempone che, in barba alla buona educazione, cercava di intrufolarsi e guadagnare centimetri non curanti della presenza di bambini ed anziani.

"Grazie Salerno per quest'accoglienza speciale"

Qualcosa andrà sicuramente rivisto in futuro. L'attesa per Piazza della Libertà è destinata a prolungarsi.  L'esibizione di Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble è stata accompagnata da applausi convinti dei tanti che hanno deciso di attendere il 2016 in piazza Amendola. In molti hanno cantato insieme ai ragazzi del "Volo". Le cover "Ancora" di De Crescenzo, l'intramontabile "O Sole Mio" , la canzone simbolo del nuovo album fino alla canzone che ha trionfato al Festival 2015...

Pubblicità

Il trio ha cercato di coinvolgere la piazza anche con qualche battutina: "Ci siamo innamorati della Campania e non lo diciamo per fare la classica sviolinata". Strette di mano, flash, registrazioni a go go per il trio che riscuote più successo lontano dalla patria che nel Bel Paese. Non sono mancate polemica per la scelta e per i costi (sicuramente elevato, ma il discorso vale per qualsiasi artista visto il momento) ma anche il duo Emma Marrone-Hunt, l'anno scorso, costò 277mila euro ed anche in quell'occasioni non  si arrivò ai numeri fantasmagorici di presenze pronosticati da qualcuno. Evidentemente non è solo questione di cantante... Altro elemento sul quale chi di dovere dovrà riflettere. E tanto.  #Musica #concerti #Cronaca Salerno