I professori assunti dalla Buona Scuola pagati per lavorare di meno...Sembra un paradosso, eppure in molte scuole è un dato di fatto. L'assurda situazione viene raccontata anche sulle pagine del quotidiano campano 'Il Mattino' (edizione Salerno di oggi, venerdì 11 novembre): i docenti, infatti, vengono utilizzati come tappabuchi su supplenze parziali oppure su spezzoni.

Fino al prossimo mese di gennaio, decine di insegnanti salernitane (ma è una situazione che ritroviamo anche in molte altre scuole italiane) non avranno la loro classe. Si tratta di docenti che sono riuscite, attraverso le ordinanze (cautelari) emesse dai giudici del lavoro a far ritorno a casa ed evitare il trasferimento al Nord Italia.

Pubblicità
Pubblicità

Ultime news scuola, venerdì 11 novembre: neoassunti Buona Scuola in sovrannumero

Il fatto è che il loro ricollocamento è avvenuto su scuole (soprattutto elementari) che non avevano bisogno di altre insegnanti e quindi le ricorrenti si stanno ritrovando in sovrannumero.

Ne deriva che le neoassunte dalla tanto propagandata riforma Buona #Scuola continueranno a prendere uno stipendio nonostante vengano impiegate solo saltuariamente come supplenti su spezzoni di 6 o 9 ore, andando a tappare, in pratica, solamente i 'buchi' che, a mano a mano, si vanno a creare. Mentre i veri #precari continuano a restare a spasso, queste insegnanti svolgono in pratica un servizio da precari, con la differenza di percepire uno stipendio pieno da insegnante di ruolo.

Neoassunti Buona Scuola, stipendio pieno ma si lavora quando capita: come 'tappabuchi'

Il provveditore, Renato Pagliara, intervistato da 'Il Mattino', spiega il paradosso: 'Non ci sono posti per tutti i docenti così questi insegnanti, in molti casi, saranno a disposizione per coprire le supplenze. Speriamo che il giudizio di merito arrivi presto'.

Pubblicità

Un caos assoluto se consideriamo che al nord molte classi sono vuote e che i precari, a Salerno e non solo lì, restano a guardare. Viene citato l'esempio di una scuola media di Pontecagnano dov'era disponibile una sola cattedra di inglese con ben otto candidati a doversela contendere... #Cronaca Salerno