5 o 10 euro per vendere la figlioletta di 12 anni ad un anziano. Succede a Battipaglia, nel salernitano dove una donna di 31 anni, costringeva la figlia a prostituirsi. La madre avrebbe offerto la figlia ad un 70enne. In alcune intercettazioni la donna esorta l'uomo a raggiungerle: "Vieni, mi hai convinto... la proviamo". In una circostanza l'uomo, non sembra avere voglia di rapporti sessuali completi: "Vabbene, magari facciamo come la volta scorsa... Stiamo sul letto e io vi tocco". E quando l'uomo obiettava di non avere denaro la donna lo incalzava: "Porta 5, 10, 15 euro... Porta ciò che hai, ci divertiamo un po'".

Queste sono solo alcune delle intercettazioni che hanno portato all'arresto della madre.

Pubblicità
Pubblicità

Durante le indagini, i carabinieri di Battipaglia seguendo la donna hanno anche accertato che la madre portava la figlia presso l'abitazione dell'uomo a Pontecagnano.

La donna aveva avuto la prima figlia giovanissima, era poi rimasta vedova, prima di trovare un compagno dal quale, tre mesi fa aveva avuto una seconda figlia. L'uomo però, era finito in carcere per reati gravi e così la donna, avrebbe iniziato a prostituirsi per denaro. E proprio spinta dal cliente 70enne, avrebbe deciso di vendere anche la figlia.

Alla donna è stato inoltre contestato il reato di estorsione continua, dato che avrebbe ricattato un cliente 47enne minacciandolo di riferire dei loro rapporti sessuali a pagamento alla moglie. La donna avrebbe inoltre detto all'uomo (mentendo) di essere lui il padre naturale della seconda figlia.

Pubblicità

Prostituzione minorile: fenomeno in crescita

Proprio in questi giorni sulla prostituzione minorile il neuropsichiatra infantile Salvatore Iannuzzi lancia l'allarme: "La prostituzione dei minori è un fenomeno sottostimato e fortemente in crescita". Secondo lo psichiatra le ragazze che scelgono questa triste strada lo fanno per povertà o per fragilità emotiva. Spesso provengono da famiglie con problemi economici e si prostituiscono per "esigenze consumistiche". Altre volte invece, sono costrette dagli adulti e schiavizzate con continue minacce di morte. #Salerno #Cronaca