Ad evitare una tragedia ci ha pensato un bellissimo ed efficientissimo bagnino dal pelo nero e lucido, gli occhi dolci e intelligenti, la reazione pronta e decisiva. Oggi alla spiaggia "Le Saline" di #Palinuro in provincia di Salerno, a fare la differenza è stata la presenza di Lux, un labrador bagnino che fa parte dell'Unità cinofila operativa della Scuola italiana cani salvataggio in servizio di pattugliamento per conto dell'amministrazione comunale. Ha salvato dall'annegamento Caterina, una bambina di 8 anni.

L'onda pericolosa e l'intervento di Lux

Alle 12, Caterina, una bambina napoletana di 8 anni stava facendo il bagno nel mare di Palinuro, forse oggi troppo agitato, presso la spiaggia "Le Saline".

Pubblicità
Pubblicità

Con lei in acqua c'erano il papà e l'altra figlia. Ma una forte ondata ha trascinato le bambine. Il papà ha tentato di raggiungere le figlie, ma è riuscito a recuperare solo la più grande. Invece Caterina ha avuto la peggio perché è stata trasportata più al largo dalla risacca. Sarebbe potuto accadere il peggio, se non fosse stato presente a riva Lux, un #cane bagnino con la sua conduttrice. Lux avvertendo all'istante la situazione di pericolo, è immediatamente entrato in acqua. Il labrador agile e veloce, ha raggiunto la bambina che poteva affogare: con il supporto della conduttrice, Caterina è stata assicurata alle maniglie della speciale imbragatura indossata dal cane. Tra gli applausi dei bagnanti e il ringraziamento dei genitori, Caterina è stata riportata sana e salva a riva.

Aveva paura dei cani

E pensare che Caterina, non abituata ad avere una confidenza con gli animali, aveva molta paura dei cani. Dopo lo scampato pericolo ha pianto, certo, e anche parecchio.

Pubblicità

Ma poi è accaduto un altro piccolo grande "miracolo". Per calmarsi, la bambina ha voluto andare a ringraziare e ad abbracciare il suo salvatore, Lux. E alla fine non voleva più staccarsi da lui. I più increduli erano i genitori che non erano mai riusciti a farle vincere la diffidenza verso i quattrozampe. Dopo l'esperienza di oggi, tutto sarà diverso.

Bagnini a quattro zampe sulle spiagge incustodite

La presenza lungo le coste italiane dei cani dell'unità cinofila operativa della Scuola italiana cani salvataggio è stata decisiva in questi anni per salvare molte vite. Lux si è già distinto in precedenti occasioni, ed è stato al centro delle cronache per aver salvato una coppia di fidanzati. Quest'estate ci sono 350 unità cinofile altamente addestrate a distribuite sulle spiagge italiane per evitare incidenti di mare e annegamenti. Nei litorali di Palinuro e Pisciotta, le unità cinofile sono presenti in base alle misure di sicurezza messe in atto dai due Comuni con la Capitaneria di Porto di Palinuro. L'intento è garantire un supporto alla sicurezza balneare in tratti di spiaggia libera particolarmente affollati. Oggi si è visto come la presenza dei cani bagnini faccia la differenza. #salvataggio in mare