Secondo l'inchiesta "Ciao maschio" della trasmissione Rai il genere maschile starebbe progressivamente perdendo le caratteristiche che lo contraddistinguono, ad iniziare dal livello del testosterone - oggi molto più basso rispetto a mezzo secolo fa - così come è diminuito il numero degli spermatozoi contenuti nel liquido seminale. Inoltre dilagano i problemi di infertilità, la quale nel belpaese potrebbe riguardare addirittura un uomo su tre. Problemi di fertilità che possono arrivare alla sterilità, la cui incidenza è raddoppiata negli ultimi 20 anni. Un quadro allarmante che avrebbe contribuito al calo delle nascite registrato negli ultimi lustri, sul quale ha indubbiamente pesato anche la crisi economica.

Pubblicità
Pubblicità

Il 20% delle coppie ha difficoltà a concepire figli

In Italia oggi una coppia su cinque non riesce a concepire, e per riuscirci deve chiedere aiuto, facendo ricorso - se le possibilità economiche lo permettono - a tecniche come la fecondazione in vitro, una procedura molto complessa e non alla portata di tutte le tasche.

Si accorcia anche la lunghezza media del pene

Secondo il reportage la lunghezza media del pene nelle nuove generazioni si sarebbe ridotta di quasi un centimetro rispetto al passato. Tutte le caratteristiche che contraddistinguono il maschio biologico sembrano essere in crisi. Infine ci sono casi di uomini a cui il seno si sviluppa in modo anomalo, raggiungendo dimensioni tipiche femminili. Si tratta di un fenomeno raro - meno di quanto pensiamo - su cui stanno studiando scienziati di tutto il pianeta.

Pubblicità

E' emergenza nascite

Nell'ultimo mezzo secolo il numero delle nascite in Italia si è dimezzato. Ogni donna in media mette al mondo 1,3 figli e il numero dei decessi supera quello delle nascite. Se non viene invertito il trend attuale, nel giro di poche generazioni vedremo sparire il sessanta per cento dei giovani.

Le cause

In natura abbiamo assistito alla femminilizzazione degli esemplari di sesso maschile in zone sottoposte a forte #Inquinamento, come in Florida, dove gli alligatori hanno sviluppato ermafroditismo. Oppure senza bisogno di andare lontano, sempre a causa dell'esposizione a forte inquinamento i pesci del Po stanno cambiando il genere sessuale. Ma nel caso dell'essere umano molteplici scienziati ritengono che i problemi di fertilità e la femminilizzazione del maschio non sarebbero dovute alle grandi fonti di inquinamento, ma ad oggetti di largo utilizzo quotidiano, nonché all'esposizione a sostanze chimiche che creano problemi a livello ormonale. #Fertilità