Gli italiani sono il popolo più sano al mondo, grazie alla dieta mediterranea ed in barba alle difficoltà economiche del paese. E’ quanto emerge dal rapporto tracciato dal Bloomberg Global Health index. Il Bel Paese è primo su 163 paesi in classifica con un punteggio di 93,11 su 100. Dopo di noi ci sono Islanda e Svizzera, seguite da Singapore e Australia. Solo 34esimi gli Stati Uniti (73,05 su 100), alle prese con i ben noti problemi di sovrappeso e obesità che attanagliano la popolazione a stelle e strisce.

Italiani popolo sano, lo dice l’aspettativa di vita

Diversi i fattori presi in considerazione per stilare la classifica: aspettativa di vita, cause di morte, rischi per la #salute, come pressione alta, consumo di tabacco, disponibilità di acqua pulita e rischio di malnutrizione. Altissima l'aspettativa di vita nel nostro paese, almeno 80 anni contro i 52 anni dell'ultima in classifica, la Sierra Leone. L'Italia prevale anche su altri paesi noti per la loro longevità, come l'Islanda, la Svezia, il Giappone e la Spagna. C'è da dire comunque che il dato sull'aspettativa di vita nel nostro paese è comunque lievemente peggiorato. Lo testimonia il Rapporto Osservasalute di un anno fa che aveva fissato la speranza di vita a 80,1 anni per il uomini e a 84,7 per le donne, rispetto agli 80,3 anni per gliuomini e gli 85 per le donne registrati nel 2014.

La crisi economica non influisce sulla salute degli italiani

La crisi economica che attanaglia il nostro paese ormai da anni - con la disoccupazione giovanile al 40% e un debito pubblico da capogiro - non sembra invece influire sullo stato di salute della popolazione italiana, se è vero che stiamo meglio di americani, canadesi e britannici, quanto a ipertensione, colesterolo e disturbi mentali.

Dieta mediterranea ed eccesso di medici, gli alleati della salute degli italiani

Secondo Bloomberg, ancora una volta a salvarci è la cara vecchia dieta mediterranea, ricca di verdure e olio extravergine di oliva. Dalla nostra parte anche “un eccesso di medici”, come afferma Tom Kenyon, medico e amministratore delegato dell'Organizzazione Mondiale Project hope. Non a caso una delle serie televisive più durature e seguite è chiamata “Un medico in famiglia”. In effetti, secondo l'Ocse, nel nostro Paese ci sono 3,9 dottori ogni 1000 abitanti: in questa speciale classifica siamo quinti, dietro solo a Grecia, Austria, Germania e Svizzera.

Per essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dell’ultim’ora, clicca su “Segui” #italia