Solitamente, quando si contrae un virus, capita spesso di pensare che qualcuno lo abbia contagiato ad un'altra persona, oppure che lo abbia contratto per caso perché molto diffuso.

Ma quando si avvertono sensazioni ed emozioni come #prudenza, #pigrizia o #impazienza, a chi o a cosa le si può attribuire? Normalmente, si è soliti pensare che dipendano da una cirocastanza, da un momento o da un particolare avvenimento che accade durante la giornata.

Eppure, da una ricerca effettuata dagli scienziati dell' Istitut du Cerveau et de la Moelle épinière, sembrerebbe che questi tratti della personalità non siano radicati o non dipendano esclusivamente dalla persona, ma che si possano "contagiare" da individuo a individuo, come si contagia un'influenza.

Pubblicità
Pubblicità

Lo studio

Dalla combinazione di un modello matematico integrato alla psicologia cognitiva, furono prese in esame 56 persone alle quali fu chiesto di prendere determinate decisioni che comportavano rischi, ritardi o sforzi sia prima che dopo aver osservato le decisioni di altri partecipanti fittizi (algoritmi artificiali) con livelli di pazienza, prudenza e pigrizia, calibrati.

Al termine dell'esperimento, si distinsero due tipi di risultati, o meglio di pregiudizi: alcuni sostennero che gli altri partecipanti avessero tenuto un comportamento simile al loro e altri, invece, che sostennero che il proprio comportamento tendesse ad assomigliare a quello di chi gli stava intorno.

Gli scienziati ne dedussero che ci fosse un tipo di polarizzazione: chi aveva maggiore sicurezza e consapevolezza dei propri atteggiamenti influenzava coloro che pensavano che i loro comportamenti dipendessero dagli altri.

Pubblicità

Questo, tradotto in termini sociologici, lascerebbe pensare ad una forma di allineamento sociale. Gli esperti stanno inoltre effettuando studi e verifiche su questo processo e su come questo allineamento di atteggiamenti possa verificarsi in soggetti con spettro autistico o schizofrenico.

Resta, ad ogni modo, un'indagine molto importante per determinare quanto le tendenze comportamentali di alcuni individui possano influenzare i comportamenti altrui.