In questo servizio, cerchiamo di fare chiarezza sulle possibili modifiche riguardanti il decreto vaccini del ministro Beatrice Lorenzin. Inoltre, scopriamo che cosa ne pensa l'Associazione Codacons e per concludere vi segnaliamo le prossime manifestazioni che si svolgono in varie parti d'Italia, per la libertà delle #vaccinazioni.

Ecco le modifiche del Decreto Vaccini

Pare vi siano alcune modifiche in arrivo riguardanti il decreto sui vaccini esposto dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin. Tant'è vero che sono previste ben tre variazioni ovvero una notevole diminuzione della sanzione per l'inosservanza vaccinale al momento oscillante dai 500 ai 7.500 euro, l'effettiva cancellazione (senza tenere conto di alcuni casi particolari) della perdita della patria potestà e l'inserimento di un sistema di controllo periodico per accertare quali sono le vaccinazioni da eseguire obbligatoriamente e quali invece possono essere eluse.

Pubblicità
Pubblicità

Un'ulteriore cambiamento potrebbe rivedere il numero di #vaccini obbligatori. Il concetto è quello di iniziare con i presenti vaccini invariabili, per poi ciclicamente, ogni due o tre anni, a seconda degli esiti e dei dati epidemiologici, decidere se per una o più malattie si sia ottenuta la copertura vaccinale interessata, perciò, è possibile concludere che quel vaccino non è più imposto.

In aggiunta a ciò, si pensa di lasciare fuori dall'imposizione di vaccinazione una specifica tipologia di persone, ossia i familiari di coloro che sono già stati danneggiati da effetti avversi originati dai vaccini. Il tutto verrà preso in esame e reso chiaro nella prima quindicina del mese di luglio 2017.

Nel frattempo, il Codacors ritiene apertamente incostituzionale il decreto Lorenzin sui vaccini, tanto da impugnarlo con lo scopo di acquisirne l'abolizione mediante la Consulta.

Pubblicità

Lo stesso Codacons puntualizza che non è contro ad una maggiore copertura vaccinale, ma non è d'accordo con il sistema del Governo che ha optato per i trattamenti sanitari coercitivi invece di esaminare al meglio le probabilità di risoluzioni accordate.

Comilva: eventi a giugno-luglio 2017

Il Coordinamento del Movimento Italiano per la Libertà delle Vaccinazioni, Comilva ha pubblicato le date e le città dove si svolgono numerosi eventi durante il mese di giugno e di luglio 2017. Ecco di che cosa si tratta:

Lombardia

  • A Lodi si tiene la Fiaccolata di dissenso all'obbligo vaccinale presso la Piazza Castello alle ore: 20:00 di venerdì 30 giugno, per poi proseguire verso P.zza della Vittoria.

Friuli Venezia Giulia

  • A Trieste si attua un'altra Fiaccolata per la libertà di scelta vaccinale, la partenza è prevista da Piazza Oberdan alle ore: 20:30 di venerdì 30 giugno 2017, per giungere in Piazza Ponterosso.

Piemonte

  • Ad Arona in provincia di Novara tramite l'Hotel Concorde in Via Verbano N. 1 si svolge alle ore: 20:30 di lunedì 3 luglio 2017 una Conferenza ''Scegliamo Consapevolmente'' tenuta dal Dott. Dario Miedico in grado di dare maggiori delucidazioni relative alle vaccinazioni e al decreto legge.

Marche

  • A Pesaro avviene la protesta denominata Manifestazione Nazionale ''Si alla Libertà di Scelta'' ''No all'Obbligo Vaccinale'' dalle ore: 18:00 alle ore: 22:00 di sabato 8 luglio 2017.

Lombardia

  • A Milano è previsto il Corteo per la Libertà di Scelta Vaccinale, l'evento inizia da Piazza dei Mercanti fino a giungere ai Giardini Pubblici di Indro Montanelli dalle ore: 16:00 alle ore: 19:00 di sabato 22 luglio 2017.

Vi facciamo presente, che per rimanere aggiornati e informati su ulteriori notizie riguardanti il Decreto Legge del ministro della Salute Beatrice Lorenzin è opportuno cliccare il pulsante ''Segui'' sopra all'articolo attiguo al nome dell'autore.

Pubblicità

#decreto vaccini Lorenzin