Pubblicità
Pubblicità

"Post coitum, omne animale triste est": così la saggezza antica, che aveva ben colto la sensazione di tristezza che accompagna uomini e donne dopo i rapporti intimi. La scienza medica ha riconosciuto nella tristezza postcoitale una condizone psicofisica reale. In particolare stando a uno studio condotto dall'Università del Maryland Medical Center e dall'Università George Washington, l'orgasmo oltre ad avere indubbiamente dei benefici per la nostra salute, presenta anche, per così dire, degli effetti collaterali. Ma andiamo ad esaminare nello specifico cosa è emerso da questo studio.

In particolare uno dei fenomeni più comuni emersi dopo l'#orgasmo è rappresentato dalle lacrime.

Pubblicità

Questa reazione è comune in entrambi i sessi, ma è più frequente nelle donne. Insomma questo momento di tristezza dopo il coito non è affatto una anomalia, per cui non c'è da preoccuparsi ed anzi è il segno che il rapporto è stato travolgente.

Orgasmo e lacrime: i risultati dello studio

Nello specifico, stando allo studio condotto dalla Queensland University of Technology, in Australia, a vivere questa esperienza è ben il 46% delle donne. Le ragioni non vanno ricondotte ad eventuali traumi o frustrazioni, tutt'altro. In realtà questa sensazione di tristezza che ci accompagna dopo il rapporto col partner ha precise spiegazioni di natura fisiologica. In particolare subito dopo aver raggiunto l'acme del piacere sessuale si assiste a un calo dell'ossitocina e delle endorfine, ormoni del benessere, il che determina un abbattimento totale.

Pubblicità

Da un punto di vista psicologico la tristezza post coito deriverebbe proprio dall'aver vissuto una esperienza così intensa e coinvolgente da lasciarci un senso di malinconia una volta terminata. Insomma se dopo il sesso si piange non c'è affatto da preoccuparsi ed anzi è un segnale che indica che è andato tutto bene.

Orgasmo ed effetti collaterali

I ricercatori del Maryland Medical Center e dell'Università George Washington hanno evidenziato alcuni effetti collaterali che possono verificarsi subito dopo l'orgasmo. Ecco quelli più comuni: sonnolenza, debolezza e starnuti. Più infrequente, ma comunque possibile è la sindrome della malattia post-orgasmica che può durare anche diversi giorni e si manifesta con stanchezza e febbre. La disforia postcoitale invece fa riferimento proprio alla depressione che può accompagnare l'orgasmo e che, come abbiamo visto, può portare a piangere copiosamente. Inoltre dopo un rapporto col partner potrebbero comparire dolori in vari parti del corpo, mal di testa e nei casi estremi perfino delle crisi epilettiche. #coppia