Nelle ultime ore ad Anzio si sono registrati tre casi di Chikungunya, una #malattia virale causata dalla puntura di una zanzara infetta. Tra le responsabili della malattia vi è anche la zanzara tigre, che possiamo ritrovare anche nei centri abitati. La prima misura di prevenzione è stata lo stop alle donazioni di sangue per i residenti o i turisti del comune laziale, che si trova a circa 60 km a sud della capitale Roma. Nei giorni scorsi nelle campagne vicino a Roma si era verificato un contagio di antrace [VIDEO] ai danni di due uomini, un allevatore ed un veterinario. Di recente, è stata estesa l'allerta anche sui guardiaparco.

Allarme Chikungunya vicino a Roma

Dopo l'allarme virus Zika a Rimini [VIDEO], l'Italia fa i conti con un'altra malattia portata dalle #zanzare.

Pubblicità
Pubblicità

Si chiama Chikungunya e le responsabili sono le zanzare tigri. Fortunatamente, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, i tre casi segnalati nel comune di Anzio non destano più preoccupazione. I soggetti che hanno contratto la Chikungunya sono in via di guarigione, ma non per questo si è deciso di abbassare la guardia. Infatti, almeno fino al prossimo mese le persone che hanno soggiornato nella città situata lungo il litorale laziale non potranno donare il loro sangue. C'è infatti il rischio che possano essere venuti a contatto con una zanzara infetta involontariamente e, soprattutto, inconsapevolmente.

Quali sono i sintomi e come fare prevenzione

La Chikungunya si manifesta con sintomi simili a quelli di una comune influenza. Prevalentemente, si ha febbre alta, nausea, vomito e cefalea.

Pubblicità

Uno dei sintomi che contraddistingue la Chikungunya dalla normale influenza è l'artralgia, i dolori alle articolazioni. Da qui anche il significato del suo nome. Infatti, in lingua swahili la parola "chikungunya" significa letteralmente ciò che contorce. Sono proprio i dolori articolari a rappresentare il problema maggiore per le persone che contraggono la malattia. Se infatti i sintomi quali febbre alta e nausea passano normalmente nel giro di pochi giorni, lo stesso non si può dire per i dolori agli arti. Quest'ultimi possono persistere anche per mesi.

La prevenzione consiste principalmente nel dotarsi di zanzariere nella propria abitazione, in modo da limitare gli episodi di puntura delle zanzare. E' consigliato anche indossare capi di abbigliamento lunghi e di utilizzare dei repellenti nelle parti del corpo che dovessero rimanere scoperte. Importante anche il colore di ciò che si indossa. Preferire indumenti chiari, poiché i colori scuri attraggono maggiormente le zanzare.