Il #ragno violino non è mortale. A creare possibili complicazioni è il quadro generale della persona che viene punta da questo particolare aracnide. Soggetti allergici o con qualche altro problema latente che, se ci si aggiunge la componente citotossica del veleno secreto dal #ragno violino, può divenire un mix fatale. In pratica la sua puntura non è né pericolosa, né mortale, ma bensì estremamente dolorosa e fastidiosa e va curata con le giuste medicine. I soggetti a rischio per shock anafilattico, coloro che rischiano anche se punti da api o vespe, dovranno seguire il solito iter di somministrazione del cortisone. E' importante sapere, però, che non vi è da preoccuparsi, perché gli esperti del mondo aracnide conoscono bene questo ragno e assicurano che non c'è nessun motivo di allarmismo.

Pubblicità
Pubblicità

Rimane il fatto che si tratta comunque di un ragno #velenoso, per cui il suo veleno deve essere monitorato e, in casi di punture, serve intervenire con tempestività. Gli esperti fanno sapere che la morte del cagliaritano Massimiliano Stara non è attribuibile direttamente alla puntura del ragno violino, ma bensì alla complicazione di qualche problematica forse preesistente, e peggiorata dal veleno entrato nell'organismo.

Nessun allarmismo

Il ragno violino [VIDEO]dunque non sarà annoverato tra i 'serial killer' della natura, ma rimane un animale velenoso. Come tutti i veleni, il contatto con l'organismo genera situazioni diverse da persona a persona, motivo per cui ogni caso va trattato a seconda della situazione clinca. I decessi legati in qualche modo alla puntura del ragno negli ultimi anni sono due e, a quanto pare, in entrambi casi non sono avvenuti per la puntura stessa.

Pubblicità

Ad oggi dunque, non si deve vivere nella paura di questo particolare aracnide, ma bensì accertarsi in caso di puntura che la parte colpita non sia infettata, e non vi siano gonfiori fuori controllo.

Il parere dell'esperta

A spiegare bene il quadro generale sul ragno violino [VIDEO]è Anna Maria Deiana, docente di Zoologia all'Università di Cagliari. La studiosa ha esplicato in maniera esaustiva cos'è il ragno violino, e perché non è così pericoloso come si sta pensando in queste ultime ore. 'In Sardegna ma non solo, esistono tantissime specie di ragno, ma due in particolare (l'argia e il ragno violino) hanno un "veleno" citotossico: è importante sapere che non sono mortali per l'uomo. Il liquido provoca indubbiamente una reazione cutanea violenta e necrotizza la parte superficiale dei tessuti. Quello che poi accade dopo, non è sempre lo stesso, e varia a seconda della persona che entra in contatto con tale veleno'. Grazie alla spiegazione della docente di zoologia, è possibile porre un freno alla paura creatasi sul ragno violino, e essere vigili sulla propria salute se ci si imbatte in una puntura velenosa, sia di un ragno, ma anche di qualsiasi altro insetto o aracnide.