Pubblicità
Pubblicità

Un gruppo di scienziati dell'Università di Medicina di Harbin in Cina ha oggi annunciato di aver eseguito "il primo #Trapianto di #testa umana della storia". La notizia, che sembra fantascientifica ma non lo è più, è stata comunicata venerdì in una conferenza stampa dal professore #italiano Sergio Canavero, direttore del gruppo di neuromodulazione avanzata di Torino. L'operazione è stata eseguita con un cadavere, ma il professore ha subito specificato che hanno in progetto di realizzare - al più presto possibile - un'operazione con un essere umano vivente. La notizia è stata subito diffusa in tutto il mondo dal quotidiano "The Telegraph".

L'operazione

L'operazione è durata 18 ore ed ha mostrato ai chirurghi che è possibile ricollegare con successo la colonna vertebrale, i nervi e i vasi sanguigni, al corpo.

Pubblicità

Il trapianto è stato guidato dal Dr. Xiaoping Ren, che l'anno scorso è riuscito a inserire con successo una testa nel corpo di una scimmia. Il dottore italiano ha dichiarato: "Il primo trapianto di testa è stato effettuato su un cadavere umano, la fase successiva prevede uno scambio completo attraverso i donatori di organi cerebrali morti, che è il passo finale per il trapianto di testa definitivo". Canavero non ha fornito alcuna prova concreta del suo intervento [VIDEO], ma ha detto che lo studio "sarà pubblicato tra qualche giorno..Tutti dicevano che era impossibile, ma l'operazione ha avuto successo", ha aggiunto il dottore.

Il trapianto su un vivente

Valeri Spiridonov, un programmatore russo a cui è stata diagnosticata una perdita muscolare rara a causa della malattia di Werdnig-Hoffman, è stato il primo candidato a sottoporsi all'operazione di trapianto della testa.

Pubblicità

Tuttavia, il primo a sottoporsi al trapianto sarà un uomo cinese poiché le autorità del paese asiatico hanno concesso il permesso agli esperti e fornito fondi per portare a termine l'esperimento. Con un costo stimato fino a $ 100 milioni e coinvolgendo diverse dozzine di chirurghi ed esperti medici, Canavero taglierà simultaneamente i midolli spinali del donatore e del ricevente con un bisturi diamantato. Per proteggere il cervello del ricevente mentre viene trasferito al corpo - evitando la morte immediata - porterà il paziente ad uno stato di profonda ipotermia. Successivamente, il destinatario e il donatore saranno posti in una posizione seduta per facilitare le successive 24 ore di lavoro. Includono la connessione delle ossa vertebrali, le vene giugulari, la trachea, l'esofago e altre strutture del collo. Il ricevente riceverà aiuto per respirare e il sangue verrà pompato nel suo corpo con l'aiuto di macchine. Il paziente rimarrà in coma indotto per un tempo di recupero non specificato.