Il #Natale rappresenta un’occasione per riunire la famiglia e trascorrere momenti di gioia e condivisione tutti insieme, ma spesso si accompagna a stress e momenti di pura frenesia. Aspetti che vengono tranquillamente gestiti dalla maggior parte delle persone, ma che possono rappresentare un reale problema per chi è affetto da #Autismo.

L’autismo altera la percezione che una persona ha del mondo che lo circonda, e le feste natalizie possono potenzialmente colpire i punti deboli di chi è affetto da questo disturbo. Fortunatamente, pochi e semplici accorgimenti possono rendere il Natale piacevole anche per gli autistici, e sicuramente meno stressante anche per il resto della famiglia.

Ecco di seguito 5 suggerimenti per un Natale a prova di stress, tratti dal libro 'Autismo, come crescere un bimbo autistico e felice' scritto da Jessie Hewitson, e che sarà pubblicato nel marzo 2018.

1. Chiediti cosa è meglio per lui

Il Natale è per definizione il periodo perfetto per fare shopping, addobbare le nostre case e ascoltare della buona musica a tutte le ore del giorno. Tutto ciò è motivo di stress per un autistico, a causa della sua maggiore sensibilità sensoriale. Se conosci una persona autistica, chiedigli le sue preferenze in fatto di suoni, odori o decorazioni [VIDEO], o chiedi informazioni alla sua famiglia, in modo da poterlo accogliere in un ambiente più confortevole e in cui si sentirà a suo agio.

2. Allestisci una zona tranquilla e poco rumorosa dove possa sentirsi al sicuro

Crea un’area tranquilla e rilassante e spiega alla persona autistica che può rifugiarsi lì in qualsiasi momento (anche nel bel mezzo del cenone di Natale).

Cerca di rendere questa zona esclusiva per lui, evitandone, se possibile, l’accesso ad altre persone, a meno che non sia proprio lui ad invitarli ad accedervi. Arredala con libri, fumetti o qualsiasi altro oggetto utile a far sentire a proprio agio la persona in questione. Questo punto è particolarmente utile per i bambini autistici, che essendo meno consapevoli del loro disturbo, non sanno ancora riconoscere agevolmente i loro punti deboli.

3. Cerca di non scombussolare troppo la sua routine

Le persone autistiche sentono particolarmente il bisogno di sviluppare una propria routine e di potersi affidare totalmente ad essa. Il Natale tende a scombussolare le routine di tutta la famiglia: dalle diverse attività che vengono proposte a scuola alle vacanze natalizie, dal dover socializzare con persone nuove al dover incontrare componenti della famiglia che non si vedevano da tanto tempo. Perfino la routine dei pasti [VIDEO] viene spesso modificata rispetto al resto dell’anno. E’ quindi importante: realizzare insieme un programma preciso delle attività che si possono fare nei giorni di vacanza dalla scuola, partendo dalla colazione per arrivare al momento di andare a letto, scandendo il tutto con degli orari precisi.

4. Prepararlo all’idea di incontrare nuove persone

Socializzare può rappresentare un vero e proprio scoglio per una persona autistica, soprattutto se si tratta di interagire con persone mai conosciute prima. Uno dei modi per rendere più soft l’impatto emotivo con questo tipo di situazioni, è sicuramente quello di comunicare in anticipo alla persona autistica chi andrà a conoscere a breve o, ancora meglio, di mostrargli il viso della persona in questione, ad esempio utilizzando una banale fotografia.

5. Sii paziente

A Natale è inevitabile che molte delle cose che avevamo programmato non vadano secondo i nostri programmi. Il segreto è essere pazienti: in questo modo la tua famiglia, compreso i bimbo o l’adulto affetto da autismo, percepiranno la tua calma e reagiranno nel migliore dei modi ad eventuali 'imprevisti' fuori programma. #consigli