Pubblicità
Pubblicità

Alcune persone con #diabete di tipo 2 sono state in grado di mettere la malattia in remissione senza farmaci seguendo un piano di #Dieta rigoroso, secondo uno studio pubblicato oggi sulla rivista medica Lancet. "I nostri risultati suggeriscono che anche se hai avuto il diabete di tipo 2 per 6 anni, mettere la malattia in remissione è fattibile", ha detto Michael Lean, un professore dell'Università di Glasgow in Scozia, che ha co-diretto lo studio.

La ricerca

I ricercatori hanno esaminato 298 partecipanti che hanno avuto il diabete di tipo 2 per un massimo di sei anni e li hanno monitorati attentamente mentre subivano una dieta liquida, composta solo da 8 a 853 calorie al giorno per 3-5 mesi. I partecipanti sono stati quindi reintrodotti al cibo solido ed hanno mantenuto una dieta strutturata fino alla fine dello studio, in tutto in un anno.

Pubblicità

I ricercatori hanno scoperto che una parte dei partecipanti (68 in totale) sono stati in grado di sconfiggere il diabete senza l'uso di farmaci [VIDEO], dopo un anno. Lo studio arriva in un momento in cui moltissimi adulti di tutto il mondo vivono con diabete o prediabete. Il prediabete è stato definito come una condizione che [VIDEO], se non trattata, conduce spesso al diabete di tipo 2 entro cinque anni. Roy Taylor, professore dell'Università di Newcastle nel Regno Unito, che ha co-diretto lo studio, ha dichiarato che l'impatto che la dieta e lo stile di vita hanno sul diabete sono presi in considerazione pochissimo. "Piuttosto che affrontare la causa principale, le linee guida di gestione per il diabete di tipo 2 si concentrano sulla riduzione dei livelli di zucchero nel sangue attraverso trattamenti farmacologici", ha affermato Taylor, che ha aggiunto che ai partecipanti non è stato chiesto solo ed unicamente di intraprendere questa nuova dieta a base di liquidi. "Una differenza importante rispetto ad altri studi è che abbiamo consigliato un periodo di perdita di #peso alimentare senza aumento dell'attività fisica, ma durante il mantenimento a lungo termine è importante aumentare l'attività quotidiana", ha sottolineato lo stesso Taylor.

Pubblicità

I risultati

Molte persone che hanno partecipato allo studio hanno perso peso ed il loro livello di zucchero nel sangue è sceso al di sotto della soglia del diabete. Anche se solo il 24% del gruppo sperimentale ha perso più di 30 chili, alcune persone che hanno perso meno peso aderendo ai pasti sostitutivi hanno messo comunque il diabete a tacere.

In teoria, secondo gli autori, questa dieta potrebbe funzionare perché potrebbe ridurre la quantità di grasso immagazzinata nel fegato e nel pancreas.