Enigma sciolto, la finale della Coppa Italia 2013 si disputerà allo stadio Olimpico il 26 maggio alle ore 18. Questa la decisione presa in concertazione dal presidente del Coni Giovanni Malagò, il numero uno della Lega Maurizio Beretta, il prefetto della città Giuseppe Pecoraro, il patron della Lazio Claudio Lotito, il responsabile organizzativo giallorosso Antonio Tempestilli, e il direttore generale Rai Luigi Gubitosi. 

La scelta di anticipare l'atto conclusivo del torneo è stata presa al fine di garantire l'ordine pubblico, che troppe volte in passato è venuto a mancare quando all'Olimpico andava in scena il derby Lazio-Roma.

Può dunque sorridere la Cancellieri, ex ministro dell'Interno, che più volte nelle settimane scorse aveva posto all'attenzione della Lega e del Coni l'esigenza di far disputare ad un orario "meno impegnativo" partite di questo calibro, ad alto rischio di scontri tra le due tifoserie.

Ricordiamo infine che il vincitore della finale di Coppa Italia avrà diritto di partecipare alla prossima edizione dell'Europa League, obiettivo minimo sia della stagione giallorossa che di quella laziale.

Valutando il recente stato di forma delle due squadre, tutto lascia credere ad una probabile vittoria di Totti e compagni, che hanno dimostrato con i fatti di attraversare un momento decisamente più positivo rispetto agli storici rivali, che in campionato sono crollati all'ottavo posto in classifica, dopo aver a lungo cullato il sogno Champions League fino a metà stagione, nel loro periodo migliore.   #A.S. Roma #S.S. Lazio