Dopo la 108ª edizione della Milano-Sanremo, avremo la Settimana Internazionale Coppi e Bartali tra le gare di #Ciclismo. La rassegna sportiva, organizzata da GS Emilia, andrà in scena dal 23 al 26 marzo 2017 e proporrà 4 tappe. Il percorso da affrontare è stato già definito e noi ve lo illustreremo di seguito, assieme alla programmazione televisiva. L’ultima edizione fu conquistata dal russo Sergey Firsanov, che precedette in classifica gli italiani Mauro Finetto e Gianni Moscon. Chi si imporrà quest’anno nella corsa facente parte dell’UCI Europe Tour classe 2.1? Sarà un italiano come nel 2013 quando trionfò Diego Ulissi? In attesa di scoprirlo, vediamo i dettagli su planimetria e altimetria.

Pubblicità

Ciclismo: in Emilia si corre la Settimana Coppi e Bartali

La 1ª tappa sarà suddivisa in due. Avremo una prima parte in linea (Gatteo-Gatteo di 97,8 Km) ed una seconda parte a cronometro a squadre (Gatteo a Mare-Gatteo di 13,3 Km). Nel primo caso, i corridori dovranno percorrere 3 circuiti differenti: uno da 17,6 Km, uno da 13,3 Km e uno da 8,7 Km. Lungo il tragitto bisognerà affrontare il GPM di Longiano, caratterizzato da una salita con pendenze del 10%, che bisognerà superare per 3 volte nella parte centrale della frazione. Nel secondo caso, ci sarà una prova contro il tempo relativamente semplice, visto che si percorreranno lunghi rettilinei e strade ampie.

La 2ª tappa andrà da Riccione a Sogliano sul Rubicone (130 Km). Non ci saranno vere e proprie salite da affrontare nella prima parte, ma non mancheranno strappi, alcuni un po’ ripidi, come quelli di Verucchio e Torriana. In seguito, bisognerà transitare in cima a Monte Tiffi, da scalare per 3 volte visto che si troverà all’interno del circuito conclusivo. La salita proporrà pendenze medie del 7%, con punte al 16%. Prima di tagliare il traguardo, ci saranno altri 280 metri impegnativi, su fondo lastricato di porfido. La 3ª tappa si correrà con partenza e arrivo a Crevalcore (171,4 Km). Si tratterà di una frazione prettamente pianeggiante, senza difficoltà altimetriche.

La conclusione sarà con la 4ª tappa da Fiorano Modenese a Sassuolo (160 Km). La frazione si caratterizzerà per la presenza di 2 circuiti: uno da 26,3 Km e uno da 23,4 Km. Il primo, circuito di Monte Evangelo, proporrà l’ascesa fino a Montebabbio, da percorrere 2 volte. Il secondo, circuito di Casalgrande, proporrà il GPM di Montegibbio, da percorrere 4 volte. La visione della corsa sarà in diretta tv su Rai Sport e Bike Channel. Prima di lasciarvi, vi ricordiamo che nell’ultimo giorno di gara si disputerà in contemporanea la Gent-Wevelgem, che aprirà la campagna delle Classiche del Nord. Vi invitiamo a seguirci, cliccando sul tasto in alto, per ricevere altre news di ciclismo.