Il secondo appuntamento dell'anno se lo aggiudica Lewis Hamilton sulla Mercedes. L'inglese tre volte campione del mondo restituisce a Vettel lo smacco subito 15 giorni fa a Melbourne. Sul circuito di Shanghai una corsa in cui la pioggia iniziale ha mescolato le carte, Vettel ha tentato l'azzrdo di montare le gomme slick per primo sfruttando la virtual safety car, ma il botto di Giovinazzi subito dopo ha fatto sì che, non solo entrasse la Safety Car, ma che tutto il serpentone dovesse passare dalla pit lane, favorendo così i piloti che ancora non avevano cambiato le gomme. Hamilton davanti non ha mai dovuto faticare, ha gestito con grandissima serenità la corsa, mentre Vettel ha rimontato dalla quinta piazza.

Pubblicità
Pubblicità

Straordinario Verstappen che si trova a meraviglia nelle situazioni di incertezza e recupera dal 16° posto fino al 3° resistendo anche agli attacchi di Ricciardo, deluso per essere stato battuto dal compagno di squadra, in particolar modo infilato senza appello al giro 11, quello che ha cambiato le gerarchie in Red Bull. Male Raikkonen, solo 5°, malissimo Bottas che si gira nell'ultimo passaggio con la Safety Car in pista e non riesce a far meglio del 6° posto. Ottimo Sainz 7°, l'unico a tentare l'azzardo delle gomme slick già al via. Chiudono la zona punti Magnussen, ottimo 8° e le Force India di Sainz ed Ocon. Male la Williams fuori dai punti con Stroll fuori al via per incidente, orribile ancora una volta la McLaren, doppio ritiro, con Alonso che si ferma quando era 8° dopo essere stato umiliato sul rettilineo prima da Bottas poi da Sainz.

Pubblicità

Appuntamento domenica prossima quando si correrà sul circuito di Sakhir il Gran Premio del Bahrain.

Cronaca giro per giro

GIRO 56/56 LEWIS HAMILTON VINCE IL GP DI CINA - Super corsa di Hamilton che vince, Vettel 2°, Verstappen 3° resiste su Ricciardo 4°, Raikkonen 5°, Bottas 6°, Sainz 7°, Magnussen 8°, Sainz 9°, Ocon 10°.

GIRO 55/56 - Raikkonen e Bottas tornano sotto ma non dovrebbero fare in tempo.

GIRO 54/56 - Hamilton in carrozza per questi ultimi due giri.

GIRO 53/56 - Verstappen non riesce a doppiare Grosjean, Raikkonen si porta a 6'', Ricciardo forse tenterà all'ultimo giro.

GIRO 52/56 - Ricciardo non riesce a scendere sotto il mezzo secondo da Verstappen.

GIRO 51/56 - Raikkonen ha 8'' da Ricciardo, sembra impossibile il rientro in zona podio.

GIRO 50/56 - Ricciardo è pronto per attaccare Verstappen, saranno 6 giri di fuoco per il podio.

GIRO 49/56 - Ricciardo sempre più vicino, Magnussen intanto guadagna la posizione su Perez, 8°.

GIRO 48/56 - Bottas recupera su Raikkonen ma è distante 4''.

Pubblicità

GIRO 47/56 - 8''4 tra Vettel ed Hamilton. Per la prima posizione sembra ormai tutto deciso.

GIRO 46/56 - Ocon infila Massa e guadagna il 10° posto, l'ultimo utile per i punti. Ricciardo ad 1''6 da Verstappen.

GIRO 45/56 - Ricciardo a meno di 2'' da Verstappen, vuol cercare di restituire al compagno di squadra la cortesia del giro 11.

GIRO 44/56 - Hamilton 1:35.378 rifila 0''8 a Vettel che si arrende. Bottas passa Sainz, è 6°.

GIRO 43/56 - Bottas va a prendere Sainz, l'unica lotta in questi ultimi giri potrebbe essere quella per il podio tra Verstappen e Ricciardo, con Raikkonen di rincorsa ma staccato di 12''.

GIRO 42/56 - Recupera ancora qualcosa Vettel, ma troppo poco per pensare di andare a prendere Hamilton.

GIRO 41/56 - Raikkonen salta Sainz.

GIRO 40/56 - Vettel 1:35.423 si riporta ad 8'' da Hamilton.

GIRO 39/56 - Bottas giro veloce 1:35.912, è 7° il finlandese. Intanto si ferma Raikkonen che monta le supersoft e rientra dietro Sainz.

GIRO 38/56 - Lentissimo Raikkonen, Vettel fa il giro veloce e recupera quasi 3'' al giro.

GIRO 37/56 - Raikkonen è l'unico dei piloti di testa che non si è fermato e si trova 2° a 3''7 da Hamilton. Dietro Vettel 3° e Verstappen 4° rimontano su di lui.

GIRO 36/56 - Hamilton dentro, anche lui gomma soft, rimane davanti a Raikkonen l'inglese.

GIRO 35/56 - Rientra Bottas, soft anche per lui, scende di nuovo 7° il pilota Mercedes.

GIRO 34/56 - Vettel ai box, mette la soft, esce davanti a Verstappen di un paio di secondi. Si ritira anche Alonso.

GIRO 33/56 - Verstappen, ancora una volta in curva 6, fa secco Bottas. Rientra Ricciardo, ancora gomma supersoft.

GIRO 32/56 - Hamilton 1:36.711, l'inglese ha ancora margine nel piede, Verstappen intanto si francobolla a Bottas.

GIRO 31/56 - Verstappen va come un treno con le gomme nuove, 1:36.722 gira 1''5 meglio di Hamilton.

GIRO 30/56 - 11''6 il vantaggio di Hamilton su Vettel che nell'ultimo giro ha recuperato solo 0''1.

GIRO 29/56 - Vettel ha 10'' di distacco da Hamilton, Verstappen rientra e monta le supersoft ancora, riparte 6°.

GIRO 28/56 - Follia di Verstappen che va lunghissimo in fondo al rettilineo, blocca tutte e quattro le gomme, Vettel passa senza dover lottare, ringraziamenti sentiti del Ferrarista.

GIRO 27/56 - Vettel ad 1'' da Verstappen, entra in zona DRS, che la battaglia abbia inizio.

GIRO 26/56 - Ricciardo porta Raikkonen fuori dalla zona DRS mentre Vettel è a soli 1''8 da Verstappen.

GIRO 25/56 - Imbarazzante la facilità con cui Bottas salta Alonso, 7° il finlandese.

GIRO 24/56 - Raikkonen tenta l'attacco alla solita curva 6, ma Ricciardo resiste. Bottas è 8°.

GIRO 23/56 - Vettel ha più di 4'' di distacco da Verstappen, però guadagna ad ogni settore. Hamilton intanto 1:37.560 giro veloce, risponde il ferrarista 1:37.505, ha recuperato 1'' su Verstappen.

GIRO 22/56 - Super attacco di Vettel a Ricciardo; sportellate tra i due per quattro curve, ma alla fine il tedesco passa.

GIRO 21/56 - Vettel velocissimo ma non riesce ad attaccare Ricciardo ancora.

GIRO 20/56 - Vettel infila Raikkonen nella stessa curva di Verstappen, la 6. Ora il tedesco tenta di tornare sul podio saltando Ricciardo. Kvyat ritirato.

GIRO 19/56 - Bottas salta Magnussen e torna 9°. Si ritira Vandoorne.

GIRO 18/56 - Hamilton davanti con 3''4 su Verstappen, poi Ricciardo ad 8''2, Raikkonen ad 8''9 quindi Vettel.

GIRO 17/56 - Hamilton ha salutato il gruppo e vola via. Verstappen non riesce più a stargli dietro.

GIRO 16/56 - Raikkonen non riesce ad attaccare Ricciardo. Doppia penalizzazione per Hulkenberg per aver superato in regime di Virtual e di Safety car. 5'' + 10''.

GIRO 15/56 - Giro veloce di Hamilton, 1:38.124, dà 1'' a Verstappen in questo giro. Intanto Sainz recupera sulle Ferrari.

GIRO 14/56 - Ricciardo ha recuperato il ritmo, sta distanzando le Ferrari.

GIRO 13/56 - Giro veloce di Verstappen che gira in 1:39.253, recupera 0.150 su Hamilton.

GIRO 12/56 - Verstappen vola, mentre Ricciardo fa da tappo alle due Ferrari.

GIRO 11/56 - Verstappen salta di forza Ricciardo e mette nel mirino Hamilton. Dei primi sembra essere il più veloce.

GIRO 10/56 - Abilitato l'uso del DRS, le due Red Bull possono attaccare Hamilton, Sainz è ancora il più veloce in pista.

GIRO 9/56 - Sainz salta Alonso, piazza il giro veloce in 1:48.747 e sale al 6° posto.

GIRO 8/56 - Verstappen svernicia all'esterno Raikkonen e sale al 3° posto. L'olandese ha già recuperato 13 posizioni.

GIRO 7/56 - Riparte la gara, manca Bottas che ha commesso un errore ed è scivolato indietro.

GIRO 6/56 - Tutti hanno fatto il pit in regime di safety car, Hamilton 1°, Ricciardo 2°, Raikkonen 3°, Verstappen 4°, Bottas 5°, Vettel 6°. Gomme soft per tutti tranne le Red Bull e Sainz con le supersoft.

GIRO 5/56 - Col giro dei pit stop e l'obbligo di transito in pit lane, Vettel rimane bloccato mentre Ricciardo sale al 2° posto dietro Hamilton sempre leader.

GIRO 4/56 SAFETY CAR - Si schianta Giovinazzi sul rettilineo del traguardo, entra la safety car. Adesso tutti probabilmente rientreranno per le slick. Vetture obbligate a passare dalla pit lane vista la presenza della Sauber in pieno rettilineo.

GIRO 3/56 - Sfruttando i pit stop e una grande partenza, Verstappen è già 5°. Termina la virtual safety car.

GIRO 2/56 VIRTUAL SAFETY CAR - Stroll fuori, si attivano le condizioni di sicurezza, qualcuno potrebbe rientrare ai box e mettere le slick. Vettel ai box per montare la gomma soft da asciutto.

GIRO 1/56 - Hamilton in testa, poi Vettel, Bottas e Raikkonen. Vettel sotto investigazione per il piazzamento fuori dalla propria piazzola in griglia.

GIRO 0/56 PARTENZA - Vettel rischia piazzandosi male sulla piazzola, posizioni confermate per i primi tre, Ricciardo salta Raikkonen. Sainz si pianta, è 19°.

H 8.00 GIRO DI ALLINEAMENTO - Tutte le vetture si muovono regolarmente dalla griglia, tra poco il via.

H 7.59 SAINZ PARTE CON LE SLICK - Lo spagnolo della Toro Rosso è l'unico a tentare le gomme da asciutto. Tutti gli altri con le intermedie.

H 7.58 - La partenza sarà regolare, senza safety car né ritardi dovuti alle condizioni meteo. Tra poco si toglieranno le termocoperte e scopriremo con quali pneumatici partiranno i piloti.

H 7.48 - Niki Lauda: "E' possibile partire con le slick".

H 7.41 PIT LANE CHIUSA - I piloti si sono schierati in griglia, Hamilton, Bottas e Ricciardo con le slick ma c'è ancora tempo in caso per cambiare le gomme sulla griglia.

H 7.37 HAMILTON AI BOX - Dopo aver provato un paio di giri, Hamilton torna ai box per cambiare le gomme e monta le slick. Ricciardo anche con le gomme slick.

H 7.30 PIT LANE APERTA - Le vetture escono dai box per andare a piazzarsi sulla griglia, tutti per ora montano gomme intermedie.

H 7.15 PIOVE A SHANGHAI - Come tutti temevano, sul tracciato cinese cade l'acqua. Sarà una gara piena di incognite, nessuno ha girato sul bagnato su questa pista, né con le gomme nuove. Da adesso sino alle 8, ora prevista per il via, si attendono sviluppi e decisioni di Charlie Whiting. Giovinazzi intanto ha subito 5 posizioni di penalità ma di fatto ne perde solo 3 perché sono stati penalizzati anche Grosjean e Palmer che partiranno dall'ultima fila. Verstappen invece recupera qualche posizione e scatterà dalla 16a casella.

Le qualifiche

Dopo il fantastico successo di Sebastian Vettel nel gran premio d'apertura in Australia, il circus della Formula 1 torna in pista in Cina, sul circuito di Shanghai per la seconda tappa di questo mondiale 2017. Dopo un venerdì terribile che, complice il maltempo, ha tenuto tutte le vetture all'interno dei rispettivi box, il sabato sull'asciutto ha visto una Ferrari molto competitiva con Vettel candidato per la pole position ma alla fine, a spuntarla è stato Lewis Hamilton che ha fatto un Q3 clamoroso e con il tempo di 1:31.678 ha firmato il nuovo record della pista, precedendo il tedesco della Ferrari, che a sua volta ha fatto meglio per un solo millesimo di secondo rispetto all'altra Mercedes di Bottas.

Male ancora una volta le Red Bull, che piazzano di nuovo una vettura in terza fila, Ricciardo, staccato però di oltre un secondo, ma ancora peggio va a Verstappen che complici dei problemi tecnici non riesce nemmeno ad entrare in Q2 e dovrà puntare su una gara fatta di sorpassi in serie. Q2 in cui invece è entrato Antonio Giovinazzi, il pilota di Martina Franca che di nuovo si è trovato al volante della Sauber al posto di Werlhein ma proprio sul finire della Q3 ha sbattuto paurosamente all'ultima curva, distruggendo la monoposto e non potendo tentare di migliorare il 15° posto in griglia, in attesa di sapere se i danni hanno anche interessato cambio o motore tanto da dover essere sostituiti con conseguente arretramento in griglia. #motori #Formula Uno #Dirette