Nella giornata di martedì 23 maggio 2017 si disputerà la 16ª tappa del 100° Giro d’Italia. I corridori affronteranno una frazione di alta montagna, che li porterà da Rovetta a Bormio lungo un percorso di 222 Km. Classico tappone alpino, che prevederà un dislivello di 5.400 mt, con l’ascesa a 3 GPM di 1ª categoria, tra cui la Cima Coppi di questa edizione della corsa rosa. La classifica subirà certamente uno scossone al termine, ma vediamo più dettagliatamente l’altimetria e la planimetria, con focus sulle salite presenti lungo la strada.

Planimetria e altimetria della tappa Rovetta-Bormio

Il via della frazione del Giro d'Italia sarà dato alle ore 10.30, molto presto rispetto al solito, perché questa tappa oltre ad essere lunga vedrà i corridori spesso in salita.

Pubblicità
Pubblicità

Una volta partiti da Rovetta, si attraverseranno diverse località della provincia bergamasca, fino ad arrivare a Corna-Darfo Boario Terme. Si proseguirà per Cogno e Breno, dopodiché avremo il passaggio da Malanno, dove sarà piazzato il traguardo volante. Superato Edolo, si giungerà al bivio per Monno, dove comincerà il terribile Mortirolo. La salita di 12,600 Km fino a 1.854 mt di altitudine sarà terribile, con pendenze arcigne, le cui punte arriveranno a toccare il 16% in prossimità di San Giacomo. Da questo versante si è arrivati in cima soltanto in un’occasione, nel 1990.

La successiva discesa porterà ad un primo passaggio dall’abitato di Bormio, dove ci sarà il rifornimento, prima di salire verso il Passo dello Stelvio (Cima Coppi). Una salita costante di 21,700 Km, che avrà il suo tratto più impegnativo a metà, con pendenze massime del 12%.

Pubblicità

In cima si toccheranno i 2.488 mt di altitudine, la vetta più alta di questo #Giro d'Italia. La successiva discesa porterà a Prato allo Stelvio e Glorenza. In quest’ultimo paese sarà posizionato il secondo traguardo volante di giornata. A questo punto si sconfinerà in Svizzera per affrontare l’Umbrail Pass - Giogo di Santa Maria. La salita di 13,450 Km proporrà delle pendenze impegnative, costantemente sopra l’8/9%, con punte massime del 12%. Il GPM sarà posizionato a 2.502 mt di altitudine in territorio italiano.

I successivi 20 Km che porteranno al traguardo saranno quasi tutti in discesa, fatta eccezione dell’ultimo in leggero falsopiano, che presenterà un paio di curve impegnative prima dell’arrivo. Sarà una frazione che metterà in crisi molti corridori per via delle salite dure che si affronteranno. Difficile capire quale corridore avrà la meglio, ma ci attendiamo una sfida faccia a faccia tra gli uomini di classifica, che cercheranno di conquistare la Maglia Rosa. La visione della tappa della corsa di #Ciclismo verrà proposta sui canali della Rai in diretta tv e sul portale Rai Play in streaming. Prima di lasciarvi, vi ricordiamo che il giorno dopo ci attenderà la Tirano-Canazei con altre salite, seppur decisamente più pedalabili. Seguiteci per avere maggiori dettagli a riguardo.