Sarà un weekend tutto da seguire quello che ci aspetta al Tour de France. Il campione italiano Fabio Aru, che spera di vincere la corsa a tappe francese, sarà chiamato ad una nuova grande prova domenica 16 luglio, nella tappa numero 15: si parte da Laissac-Severac l'Elise per arrivare a Le Puy en Velay per un totale di 189,5 chilometri. Una frazione molto ondulata, nella quale inevitabilmente si dovranno spendere molte energie. Cerchiamo allora di capire cosa attende i corridori.

Il percorso della 15ª tappa

Sarà una domenica davvero difficile non soltanto per il nostro Fabio Aru che lotta per vincere il Tour [VIDEO], ma anche per tutti gli altri corridori, visto che la tappa 15 della corsa transalpina si preannuncia alquanto faticosa.

Pubblicità
Pubblicità

Domenica 16 luglio si parte da Laissac-Severac l'Elise per arrivare a Le Puy en Velay, in mezzo ci sono ancora una volta delle montagne. Non parliamo di vette altissime, ma quando la fatica è già tanta nelle gambe basta un niente per andare in crisi. Dopo la partenza, al chilometro numero 17, la strada inizia inesorabilmente a salire, il gruppo dovrà scalare il Montée de Naves d'Aubrac, Gpm di prima categoria. Il percorso della 15ª tappa rimane ondulato, visto che una volta in cima si ricomincia a assalire verso Cote de Vieurals, Gpm di terza categoria. Siamo intorno ai 1400 metri d'altezza: inizia poi una lunghissima discesa, ci sarà modo per ricaricarsi ma si dovrà correre anche con la massima concentrazione per non incorrere in cadute. Al chilometro 96 la strada nuovamente s'impenna sotto i pedali dei corridori: inizia infatti la salita verso L'Hospitalet du Sauvages e si continua poi verso Sauges.

Pubblicità

Quindi nuova discesa verso Prades (siamo al km 148). La tappa numero 15 del #Tour potrebbe decidersi nei restanti chilometri, visto che è in programma la salita difficile verso il Col de Peyra Taillade (prima categoria) e successivamente lo scollinamento a Cote de Sain Vidal. Una volta in cima mancheranno 13 chilometri al traguardo di Le Puy en Velay, percorso da affrontare in discesa. Chi sono i favoriti? Questa è una tappa che sembra adatta a chi vuole attaccare da lontano ed è ormai fuori classifica. I big potrebbero concedere spazio a delle fughe ma comunque poi si daranno battaglia in salita. Difficile prevedere l'arrivo solitario di uno scalatore, visto che dall'ultima cima i chilometri da affrontare in solitario sarebbero troppi prima del traguardo. #Tour de France