Pubblicità
Pubblicità

Di #Heinrich Haussler si sono pressoché perse le tracce quest’anno. Il corridore australiano era stato ingaggiato dal Team Bahrain Merida [VIDEO] per assumere il ruolo di capitano nella campagna di classiche primaverili, ma in tutta la stagione si è visto solo alla Quattro Giorni di Dunkerque. Haussler è stato costretto a subire un doppio intervento al ginocchio, anche a causa di una prima diagnosi errata, ed ancora non sa se riuscirà a tornare un corridore a tutti gli effetti. Alla Classica di Amburgo farà una sorta di test per capire quale potrà essere il suo futuro nel mondo del #Ciclismo.

Haussler, gli infortuni e la depressione

Heinrich Haussler ha vissuto un 2017 davvero nero, che lo ha provato sia fisicamente che psicologicamente.

Pubblicità

Nello scorso inverno il corridore australiano, appena ingaggiato dal Team Bahrain dopo la chiusura della IAM, ha cominciato ad avvertire un dolore al ginocchio. Haussler è stato costretto a sottoporsi ad un intervento che però non ha risolto la situazione. Ha provato a rientrare alla Quattro Giorni di Dunkerque, in maggio, ma ha dovuto fermarsi nuovamente e da allora non ha più gareggiato. Haussler ha raccontato ora il suo calvario in una toccante intervista concessa a Cyclingnews. A causa di una diagnosi errata il corridore è stato costretto a subire una seconda operazione al ginocchio e questa serie infinita di sfortune l’ha fatto precipitare nella depressione. “Nell’ultima operazione dovevano tagliare la metà della zona problematica in modo che ci fosse più spazio nella capsula del ginocchio, ma quando ti devi allenare ogni giorno è un rischio, ci sono giorni buoni e giorni brutti.

Pubblicità

Ho passato momenti di depressione molto cattiva” ha raccontato Haussler.

La speranza ad Amburgo

Haussler ha deciso di farsi aiutare da uno specialista per risollevarsi dalla depressione, ed una spinta decisiva è stato il supporto della famiglia, la compagna e i suoi due gemelli di due anni e mezzo. “Mi sentivo così disperato, non volevo più parlare con nessuno. Se non avessi avuto la mia famiglia intorno a me sarebbe andata molto peggio” ha confidato Haussler, che ora ha ripreso ad allenarsi e tornerà in gara alla Classica di Amburgo del 20 agosto. [VIDEO] Sarà una specie di bivio per il corridore australiano, per capire se potrà ancora avere un futuro nel ciclismo. “Onestamente non so dire come potrà andare, andrò a dare un colpo, ma so che è il mio ultimo colpo” ha spiegato il corridore del Team Bahrain. “Non è che devo ottenere un risultato ad Amburgo, l’ultima operazione è stata solo sette settimane fa. Se riesco a tornare a buoni livelli la squadra mi ha assicurato che posso correre anche l’anno prossimo. Se funziona voglio tornare a correre, altrimenti sono pronto a fermarmi completamente” ha concluso Haussler. #Team Bahrain Merida