Pubblicità
Pubblicità

Quella che sta per iniziare si preannuncia come una grande Vuelta Espana [VIDEO]per il #Ciclismo italiano. Saranno venti gli azzurri al via della corsa, con grandi prospettive per la classifica generale ma non solo. Se Vincenzo Nibali e Fabio Aru saranno tra i grandi favoriti per la vittoria finale, non mancheranno anche buone opportunità per le tappe. Tra i corridori che erano attesi al via non ci sarà però Davide Formolo: il 25enne veneto della Cannondale Drapac ha dato forfait per colpa della bronchite e al momento il suo programma di corse è ancora incerto.

Vuelta Espana, le stelle Nibali e Aru

La #Vuelta Espana che scatta sabato 19 agosto da Nimes sarà il primo confronto da avversari in un grande giro per le due stelle del ciclismo azzurro, Vincenzo Nibali e Fabio Aru [VIDEO].

Pubblicità

Entrambi hanno già vinto questa corsa ed arrivano al via con grandi aspettative. Nibali avrà un piccolo vantaggio dato da una programmazione che gli ha permesso di staccare dopo il Giro d’Italia e prepararsi a dovere per questo secondo grande appuntamento stagionale. Aru ci arriverà invece con le incognite di un Tour nelle gambe e le sole quattro settimane di pausa tra un grande giro e l’altro, e forse con qualche pensiero legato al ciclomercato. Il campione sardo avrà però una squadra superiore a Nibali. La Astana porterà una formazione tutta straniera attorno al suo capitano mentre con Nibali ci saranno ben cinque corridori italiani: il fratello Antonio, Franco Pellizotti, Giovanni Visconti, Manuele Boaro e Valerio Agnoli.

Gli altri italiani

Purtroppo alla Vuelta Espana 2017 mancherà uno dei giovani più forti del ciclismo italiano, Davide Formolo.

Pubblicità

Il corridore della Cannondale, nono nella passata edizione, ha dovuto rinunciare a causa della bronchite. Oltre a Nibali e Aru avremo un’altra carta per la classifica generale, Domenico Pozzovivo, già sesto nel 2013, che condividerà la leadership della AG2R con Bardet.

Per le vittorie di tappa il ciclismo italiano conta sulle volate di Sacha Modolo. Le occasioni per sprintare saranno poche, ma il campo partenti è alla portata del velocista della UAE, che può puntare decisamente al successo. Buone occasioni per una tappa possono esserci anche per Matteo Trentin in casa Quickstep, per Davide Villella nella Cannondale e per il terzetto della BMC composto da De Marchi, Caruso e Oss. Gli altri italiani al via della Vuelta Espana saranno essenzialmente impiegati da gregari. Saranno Benedetti (Bora), Moscon, Puccio e Rosa (Sky), Capecchi (Quickstep), Zurlo (UAE).