Pubblicità
Pubblicità

La stagione di #Ciclismo sta per volgere al termine, poche le gare attese da qui alla fine dell’anno. Dopo aver assistito ai Campionati Mondiali a Bergen, ci attenderanno alcuni appuntamenti in Italia da non lasciarsi sfuggire e tra questi figurerà il Giro dell’Emilia, giunto alla sua 100ª edizione. La corsa verrà disputata sabato 30 settembre 2017, con partenza da Bologna Fiere ed arrivo in cima al santuario di San Luca. L’anno scorso vinse Esteban Chaves: il colombiano precedette Romain Bardet e Rigoberto Urán sul traguardo. Un successo italiano manca dal 2014, quando a trionfare fu Davide Rebellin. Il record di vittorie appartiene a Costante Girardengo, che fece sua questa corsa per cinque volte tra il 1918 e il 1925.

Pubblicità

Per i corridore di Novi Ligure, specialista della Milano-Sanremo, anche una serie di piazzamenti sul podio. Nell’attesa di scoprire chi vincerà quest’anno, diamo uno sguardo al percorso di gara.

Planimetria e altimetria del 100° Giro dell’Emilia

Gli organizzatori hanno chiesto e ottenuto una deroga all’UCI per ampliare il percorso, visto che si tratterà dell’edizione n° 100 della storia. La lunghezza del tracciato misurerà 223,3 Km, con un dislivello totale di 1.800 metri. Il primo tratto dopo la partenza sarà in pianura, con il passaggio dai traguardi volanti di Franco Raimondi (Zola Predosa) e Nuovo Parco dei Ciliegi (località Gessi). Dopo aver attraversato l’abitato di Calderino, si affronterà la salita di Mongardino. La sua lunghezza sarà di 1,9 Km, con pendenze medie al 7% e punte al 10%.

Pubblicità

La discesa porterà i corridori a Sasso Marconi, dove s’incontrerà un altro traguardo volante (Mausoleo di Guglielmo Marconi - Pontecchio). Si proseguirà per Vado e Rioveggio prima di iniziare a salire verso il Passo Brasimone, una salita di 19,7 Km, con pendenze medie al 5% e punte all’8%. Prima di giungere in cima, ci sarà il traguardo volante di Castiglione dei Pepoli. La successiva discesa condurrà verso Vergato, dopodiché si passerà da Marzabotto (TV), dove si potrà effettuare il rifornimento. Rientrati a Sasso Marconi, si svolterà in direzione di Pianoro, andando ad affrontare lo strappo del Valico Ganzole. Si tratterà di una salita di 2 Km, con pendenze medie all’8% e punte al 18%.

Prima di entrare nel circuito finale di Bologna, che dovrà essere ripetuto per quattro volte, si passerà sotto l’arco dei traguardi volanti di Pianoro Nuova e dello stabilimento della Segafredo. La salita di San Luca, dove sarà posizionato il traguardo, misurerà 2,1 Km, con pendenze medie al 10% e punte al 18%. Tra i corridori attesi al via ci saranno gli italiani #vincenzo Nibali e Fabio Aru. I rivali contro cui dovranno vedersela saranno Mikel Landa, Adam Yates, Rigoberto Urán, Jan Bakelants e il campione uscente Esteban Chaves. La diretta tv del Giro dell’Emilia sarà trasmessa su Rai Sport, con streaming gratis su Rai Play. Prima di lasciarvi, vi invitiamo a seguirci per ricevere news su altre corse ciclistiche.