Partenza con il botto per la stagione 2017/2018 in NBA. Boston-Cleveland e Houston-Golden State saranno i due match che inaugureranno questa scoppiettante nuova rincorsa all'anello. Per la prima volta si troveranno contro Lebron James e Kyrie Irving. Sarà una prima volta anche per Isaiah Tomas. Il nuovo play dei #Cleveland Cavaliers tornerà a Boston da avversario. Chissà come lo accoglieranno i suoi ex tifosi. L'altra sfida della prima giornata sarà tra i nuovi Houston Rockets di James Harden e Chris Paul e i campioni in carica dei #Golden State Warriors. Un inizio complicato per la squadra texana che quest'anno punta almeno alla finale di Conference.

Pubblicità
Pubblicità

In questo mese di ottobre, la #NBA ci propone comunque altri match interessanti come: Minnesota Timberwolves-San Antonio Spurs il 18 ottobre, Los Angeles Clippers-Utah Jazz il 24 e Oklahoma City Thunders-Minnesota Timberwolves il 27. Vedremo che impatto avranno Belinelli e Gallinari con le nuove maglie degli Atlanta Hawks e Los Angeles Clippers e quale potrà essere il loro apporto in termini di punti e intensità difensiva nel corso della stagione. Per quanto riguarda l'Italia le partite verranno trasmesse in esclusiva dalla piattaforma satellitare Sky. Sui canali del pacchetto Sky Sport i fan della NBA potranno seguire quattro match compreso quello della domenica sera. Questo per quanto riguarda la regular season. Quindi possiamo dire che Sky è la casa della NBA.

Chi può impensierire quest'anno Golden State e Cleveland?

Nella Western Conference Oklahoma City e Houston si candidano per il ruolo di sorpresa.

Pubblicità

Riusciranno veramente a competere ad armi pari con i Golden State Warriors? Analizzando i roster sembrano più gli Oklahoma City a poter impensierire i campioni in carica, visti gli arrivi quest'estate di Paul George dagli Indiana Pacers e Carmelo Antony dai New York Knicks. Gli Houston Rockets del duo Harden-Paul comunque daranno filo da torcere.

Nella Eastern Conference invece, soltanto i Boston Celtics sembrano in grado di mettere in difficoltà i Cleveland Cavaliers di Lebron James, Kevin Love, Dwayne Wade, Derrick Rose e Isaiah Tomas. Basteranno gli innesti di di Kyrie Irving e Gordon Hayward per far tornare Boston in finale NBA a distanza di sette anni dall'ultima volta?

Non ci resta che aspettare l'inizio del campionato più spettacolare di sempre per sapere se i pronostici di inizio stagione verranno rispettati. Forse qualche sorpresa potrebbe arrivare dalla Western Conference. Guardando i roster che si sono formati con il mercato dei free agent sembra la più equilibrata.