Pubblicità
Pubblicità

Dopo qualche giorno di silenzio Chris Froome [VIDEO] ha finalmente parlato del difficile momento che sta vivendo dopo la positività al salbutamolo riscontrata in un controllo della Vuelta Espana. Finora il campione britannico aveva affidato il suo unico e laconico commento al comunicato ufficiale diffuso dal Team Sky dopo che la notizia della positività era divenuta di pubblico dominio. Froome intervenuto in una trasmissione della BBC nella quale veniva assegnato un premio al miglior sportivo britannico dell’anno.

Froome: ‘ Capisco le preoccupazioni’

#Chris Froome era uno dei favoriti della vigilia per aggiudicarsi il premio assegnato dalla BBC allo sportivo britannico dell’anno.

Pubblicità

La notizia della positività arrivata nei giorni scorsi ha però evidentemente pesato molto sull’esito del voto popolare, visto che il corridore della Sky [VIDEO]è finito appena settimo in classifica, mentre a vincere è stato Mo Farah, il pluricampione olimpico e mondiale di atletica leggera. Froome è intervenuto in diretta tv con un collegamento dal ritiro della Sky in Spagna e naturalmente ha dovuto rispondere anche a delle domande su quanto è successo nei giorni scorsi. Il corridore della Sky ha dovuto ammettere quanto sia complicato questo momento. “Ad essere onesti è una situazione orribile” ha dichiarato Froome. “Stiamo lavorando al massimo per arrivare fino in fondo. Capisco le preoccupazioni, sono un corridore da dieci anni e so come alcune persone potrebbero guardare il #Ciclismo.

Pubblicità

Questa è una responsabilità che prendo molto seriamente” ha continuato Froome.

Verso Giro e Tour

Il corridore della Sky ha negato di aver abusato del salbutamolo durante la Vuelta Espana. “Sono un asmatico, lo sono fin da quando ero bambino. Uso un inalatore per aiutarmi a gestire l’asma ma non ne ho mai usato più di quanto mi sia concesso” si è difeso Froome. Nonostante il momento critico Froome e la Sky stanno cercando di restare concentrati sull’avvicinamento alla stagione 2018, quella che dovrebbe essere dell’assalto alla storica doppietta Giro d’Italia – Tour de France, a meno di squalifiche pesanti. “Siamo in un campo di allenamento per prepararmi al primo obiettivo della prossima stagione, il Giro d’Italia, prima della sfida più grande, vincere il Tour de France per la quinta volta” ha spiegato Froome. Il programma originario del campione della Sky prevedeva il debutto in febbraio con Algarve o Andalusia, quindi a Tirreno Adriatico e il Tour of the Alps prima del'appuntamento con il Giro d'Italia.