La sfida fra #Fiorentina e #Sampdoria andata in scena allo stadio Franchi di Firenze si è conclusa sul punteggio di 3 a 2: con questo risultato i viola si qualificano per i quarti di finale di #Coppa Italia.

Rimane negli occhi degli spettatori sul divano, una bella alternativa all'ennesima ora e mezza passata a navigare su internet alla ricerca di un regalo di natale perfetto per la propria zia. E poi che bello è/era/sarà poter avere a disposizione l'ennesima scusa durante un cupo pomeriggio invernale per chiudere i libri e dedicarsi alla visione di una partita di pallone?

Ecco dunque le Pagelle Alternative del match, che abbinano ad ogni calciatore una materia scolastica.

Pagelle Fiorentina:

Dragows (chi)? - Tecnologia:Il pubblico del Franchi lo vede fra i pali della porta e pensa ad un allucinazione: "ah quindi quel biondo là non era quello che lavava il pullman?", sembra quasi di sentir sussurrare fra gli spalti. E proprio come l'assurda materia insegnata sempre e costantemente da un vecchietto coi lunghissimi peli del naso, il buon Bartomej ricorda a tutti che esiste anche lui.

Babacar - Educazione Fisica: Alla fine sono solo due le sue azioni degne di nota, così come solamente due sono le ore di questa materia che allietano la settimana scolastica. Gol dopo un minuto e mezzo, rigore procurato. Ci piacerebbe averlo di più a disposizione.

Veretout - Italiano: Sempre presente. In campo in ogni minuto di Serie A per i viola, e assoluto dominatore dei diari degli studenti di tutta Italia.

Alla fine ha ragione lui, con il solito dinamismo a centrocampo e con i due gol dal dischetto che decidono la sfida.

Pagelle Sampdoria:

Barreto - Latino: Brutto è brutto. Morto non lo è, ma lo sembra parecchio. Eppure a malincuore sei costretto ad ammettere che ha una sua utilità: gol in mischia, traversa colpita di testa ed errori microscopici, mai dannosi.

Murru - Religione: Una materia inutile, a tratti quasi detestata, proprio come la sfortunata prestazione del terzino blucerchiato. Entrato da meno di cinque minuti, condanna i suoi alla sconfitta con uno sbadato tocco di mano, che con l'ausilio del Var viene giudicato colpevole della massima pena.

Ramirez - Biologia: Entra in campo e cambia la partita. E' piacevole da vedere e da ammirare nella vasta gamma di passaggi e movimenti. Sarà fondamentale alla ripresa del campionato, quando a Marassi arriverà il Sassuolo.

Menzione d'onore al commentatore Eraldo Pecci - Filosofia: Semplicemente inutile e noioso. Parla con boria, sentendosi in dovere di esporre il suo parere anche sulle modalità di indossamento dei parastinchi. Al termine del match lui, che è seconda voce in appoggio al primo telecronista, conclude con una perla rivolta al proprio collega: "grazie Luca per la collaborazione che mi hai fornito." A scuola le avrebbe prese in corridoio durante l'intervallo.