Concerto del 1° maggio a Taranto, significa anche prevenzione. La salute è il primo dei diritti di ogni cittadino e soprattutto i giovani dovrebbero esser a conoscenza dei rischi in cui potrebbero incorrere per eccessiva noncuranza, disattenzione o semplice ignoranza. E quale giornata migliore per farlo se non quella del Primo maggio.

L’Unità Mobile Metroland fornirà le informazioni necessarie

Gli organizzatori del concerto del 1° maggio tarantino, intendono sensibilizzare sulle tematiche giovanili, allestendo spazi dedicati al pubblico dove ci sarà l’Unità Mobile Metroland che informerà sull'uso e la dipendenza da sostanze psicoattive legali (fumo, alcol), illegali, su altri tipi di dipendenza (gioco d'azzardo patologico, cyber-dipendenza, ecc.) ma anche sull’individuazione dei comportamenti a rischio che conducono alle malattie sessualmente trasmissibili.

Pubblicità
Pubblicità

L’informazione verrà veicolata attraverso materiale cartaceo con analisi delle problematiche, elenco e descrizione dei servizi pubblici e privati, relativi alle attività sociali della zona (DDP - Ser.D. , Associazione Alcolisti Anonimi, Giocatori Anonimi e Club Alcolisti in Trattamento). Saranno forniti preservativi e somministrazione di test.

L’iniziativa rientra in un progetto promosso dalla Direzione Servizi Sociali del Comune di Taranto, dal Dipartimento Dipendenze Patologiche ASL TA e dalla Cooperativa "La Vela" in attuazione dei Piani Sociali di Zona 2010/2012. “Il comportamento pericoloso o apertamente dannoso è scaturito dalla mancanza di conoscenza, per cui, l’informazione basata su fonti scientifiche è la prima arma di prevenzione” - spiega Adriano Morales, presidente della Cooperativa Sociale “La Vela”.

Pubblicità

Miki Formisano, con storie di transessualità ed emarginazione, ospite in stand a partire dalle ore 17,30

A dare contributo significativo per la sua esperienza di vita, un ospite d’eccezione, Miki Formisano, Presidente di NPS Puglia (Network Persone Sieropositive) e protagonista del libro "Resto umano", Chinaski edizioni, Genova, 2014.

“L'informazione è ricchezza”. Questo è il motto di Miki Formisano, un tempo Michela. Oggi è uomo che si dona agli altri, facendo prevenzione informando. La sua attività si prende cura di coloro che come lui hanno dovuto affrontare pregiudizi al punto da esser allontanati dalla collettività. Il “Resto umano” per Miki ha un significato bivalente: la persona ridotta a poco meno di niente perché non accettata ma anche il restare umano e quindi la lotta per far valere la propria dignità di persona. #concerti #Cultura Taranto