Si chiude la finestra di #Calciomercato anche per il #taranto del presidente Elisabetta Zelatore. E' stato un mercato frizzante quello del girone C, con molti acquisti di spessore, motivo per cui la società ionica si è dovuta attrezzare a sua volta per cercare di mantenere la categoria, dopo aver inseguito la Lega Pro per tanti anni e riconquistandola solo ad agosto. Dopo un avvio tutto sommato positivo, i rossoblù hanno pagato lo scotto di una rosa allestita a pochi giorni dall'inizio del campionato, tanto che in questa sessione invernale, la società di via Principe Amedeo è stata tra le più attive.

Gli acquisti

Andiamo quindi a vedere quali sono stati i nuovi innesti rossoblù (anche se non si tratta di veri e propri acquisti, essendo la maggior parte prestiti, ndr).

Pubblicità
Pubblicità

L'ultimo in ordine di tempo è Alessio Benedetti, difensore classe 1997, che arriva in prestito dal Torino ed è stato ufficializzato questa mattina. Prima di lui, però, sono altri due i nomi importanti di questa campagna acquisti. Il primo è Stefano Maiorano, centrocampista classe 1986 che arriva a titolo definitivo dalla Paganese, nell'ambito della trattativa che ha portato in Campania Mauro Bollino. L'auspicio è che il calciatore nato a Battipaglia (autore tra l'altro del gol del 2-0 proprio nel match perso a Pagani il 6 novembre scorso, ndr) possa dare quel quid in più in termini di qualità in un reparto che è apparso un po' debole in questa prima parte di stagione. L'altro reparto che necessitava di un innesto di spessore, è quello avanzato, e la ricerca si è inoltrata fin nel campionato malese, da dove è stato prelevato l'attaccante argentino Juan Manuel Cobelli, classe 1988, accreditato di 22 reti in 35 presenze.

Pubblicità

Un vero eternauta del calcio il calciatore nato a Rosario (la stessa città di Leo Messi, ndr), essendo quello italiano il sesto campionato in cui milita (prima Malesia, Ecuador, Uruguay, Cile ed Argentina). I tifosi rossoblù si augurano che possa seguire le orme di un altro argentino, quel Hernan Molinari, giunto anche lui nel mercato invernale, capace di realizzare 13 reti in 20 partite nei suoi primi sei mesi in riva allo Ionio. Questi dunque gli ultimi tre acquisti, che vanno ad aggiungersi a quelli che sono già a disposizione da qualche settimana del tecnico De Gennaro, ovvero Cecconello, Contini, Di Nicola, Emmausso, Guadalupi, Magri e Thomas Som, quest'ultimo già in pianta stabile nell'undici titolare.

Le cessioni

Si è fatto un gran parlare nelle ultime ore del mercato della possibile cessione al Fondi di Simone Magnaghi, che dopo la doppietta all'esordio, non ha saputo confermarsi. Alla fine l'accordo non c'è stato e dunque l'ex Cremonese è rimasto in rossoblù. Al contempo, però, sono partiti Bollino in direzione Pagani, come detto, Bobb ritornato alla casa madre Chievo, così come Cedric, rientrato alla Roma.

Pubblicità

Prima di loro avevano fatto i bagagli Langellotti, girato in prestito al Gravina e Garcia che è stato svincolato dalla società. Dunque diversi movimenti per questo Taranto che adesso dovrà dare i risultati sul campo, per evitare di terminare il campionato con uno scomodo e pericoloso epilogo ai play-out. #Serie C