Il #taranto esce meritatamente sconfitto dal San Filippo-Franco Scoglio contro un Messina che ha dominato per tutta la partita, con un passivo che poteva essere ben più pesante visti i tanti errori sottoporta dei ragazzi di Cristiano Lucarelli. I rossoblù offrono un'altra prova incolore dopo quella di settimana scorsa contro l'Akragas. Solo per un attimo si è pensato ad una possibile rimonta dopo la bellissima rovesciata di Emmausso per il 2-1 nel finale, ma una dormita tra Altobello e Maurantonio ha permesso a Milinkovic, uno che fino a quel momento si era mangiato l'immangiabile, di chiudere i conti.

La cronaca

90'+4' FISCHIO FINALE Il Messina batte 3-1 il Taranto.

Pubblicità
Pubblicità

90'+1' Ultimo cambio, esce Foresta, entra Bruno, 4' di recupero.

90' GOL MESSINA 3-1 Follia tra Maurantonio e Altobello, mia-tua-mia, sbuca Milinkovic che stavolta non riesce proprio a sbagliare.

89' Il Messina ha subito il colpo, il Taranto si riversa in attacco.

87' GOL TARANTO 2-1 Som dalla sinistra la mette sul secondo palo, sponda di Cobelli e super rovesciata di Emmausso. La dura legge del gol, riaperta la gara.

86' Grande percussione sulla sinistra del Messina, palla dentro per Capua che spara in cielo la palla del terzo gol.

83' Scontro in area tra Magnaghi e Rea, ammoniti entrambi.

82' Secondo cambio Messina, fuori Sanseverino, dentro Palumbo.

81' Percussione di Emmausso che entra da sinistra e dal centro lascia partire un gran destro, largo.

79' Ultimo cambio, fuori Guadalupi, entra Cobelli.

Pubblicità

78' Il Taranto sembra essersi definitivamente arreso, ritmi sempre più blandi e Messina che in ripartenza fa sempre paura.

75' Foresta recupera una gran palla in mezzo e apre per Milinkovic che difetta nel controllo e Stendardo si salva.

70' Serpentina di Viola che entra in area e va giù, tutto regolare per Paterna che anzi ammonisce per proteste l'attaccante rossoblù.

67' Esce Manuel Mancini, entra Capua, primo cambio per il Messina.

66' Break di Maiorano che serve Emmausso sulla sinistra, tenta di incunearsi il neo entrato, nulla di fatto.

63' Infortunio per De Giorgi che deve abbandonare il campo, entra Balzano.

61' Da Silva brucia Emmausso e serve con un lancio millimetrico Milinkovic che si presenta tutto solo davanti a Maurantonio che è bravo a restare in piedi e para. Altra occasionissima per il terzo gol messinese.

57' Primo cambio, fuori Potenza che sicuramente non è stato tra i peggiori, dentro Emmausso.

52' Ancora Da Silva mette in apprensione la retroguardia del Taranto, sulla ripartenza Viola viene steso da Mancini, primo ammonito della gara.

Pubblicità

51' Stendardo rischia la frittata svirgolando una palla al limite, poi rimedia prima dell'arrivo di Anastasi.

47' Magnaghi guadagna un corner. La battuta di Viola è comoda per Berardi.

46' INIZIO SECONDO TEMPO Batterà il Messina il primo pallone della ripresa.

45'+1' FINE PRIMO TEMPO Messina meritatamente avanti per 2-0, il palo ha salvato i ragazzi di Ciullo dalla terza rete.

45' 1' di recupero.

41' PALO MESSINA Foresta devia da pochi passi e trova il montante, sul rimbalzo si fionda Anastasi e Maurantonio è superlativo.

40' Batte Stendardo col destro di potenza, rasoterra che si spegne a lato.

38' Guadalupi steso da Da Silva, punizione centrale dai 25 metri.

33' Milinkovic lavora bene un pallone sulla sinistra e serve l'accorrente Sanseverino, destro fuori.

31' Magnaghi offre la specialità della casa, svicola in area tra una selva di uomini ma Berardi dice di no.

25' Messina vicino al tris, cross di Mancini, Anastasi anticipa di testa l'uscita di Maurantonio, pallone che però non va verso la porta rimasta sguarnita.

23' Azione solitaria di Som che salta due uomini e spara di sinistro, sfera troppo alta.

20' Primo corner Messina dopo un tiro di Foresta deviato da Stendardo, mischia in area ma nulla di fatto.

18' Occasionissima Taranto, Maiorano brucia il grande ex Mancini sulla trequarti e serve Viola a centro area che cade prima di poter calciare a rete.

14' Viola mette un gran pallone dentro per il taglio di Potenza, Grifoni segue e impedisce la battuta al numero 7 rossoblù.

12' Potenza svicola tra Grifoni e Maccarrone, palla dentro per Magnaghi che si gira ma calcia alto.

10' Incredibile questo avvio del Taranto, annichilito da due ripartenze del brasiliano Da Silva. Sul gol del raddoppio poi la comica del tackle di Guadalupi sul direttore di gara che ha spalancato una prateria che i padroni di casa hanno sfruttato alla perfezione.

9' GOL MESSINA 2-0 Contropiede incredibile ancora orchestrato da Da Silva che alla fine appoggia su Foresta che fa secco Maurantonio in uscita.

7' Incursione di Potenza, controllo col mancino e battuta di destro, conclusione che si spegne lentamente sul fondo.

6' Il Taranto ha subito il colpo a freddo e non riesce a proporre nulla di interessante.

3' GOL MESSINA 1-0 Avvio shock per i padroni di casa, Da Silva da destra, cross rasoterra per Anastasi che con un tacco alla Bettega porta avanti i suoi.

1' FISCHIO D'INIZIO Si parte, primo possesso per il Taranto.

H 14.45 Le squadre sono in campo, Messina con la tradizionale divisa bianca, Taranto con la classica rossoblù.

H 14.30 La gara, come già annunciato, avrà inizio con 15' di ritardo per la campagna contro la violenza.

Formazioni ufficiali

MESSINA (4-3-1-2): Berardi 6; Grifoni 6, Maccarrone 5.5, Rea 6, De Vito 6; Da Silva 7, Mancini 5.5 (67' Capua 5.5), Sanseverino 6.5 (82' Palumbo sv); Foresta 7 (91' Bruno sv); Anastasi 6.5, Milinkovic 6. All. Cristiano Lucarelli.

TARANTO (4-3-3): Maurantonio 5; De Giorgi 5.5 (63' Balzano 6), Altobello 4.5, Stendardo 5.5, Som 6; Maiorano 6, Guadalupi 5 (79' Cobelli sv), Lo Sicco 5; Viola 5.5, Magnaghi 6, Potenza 5.5 (57' Emmausso 6.5). All. Salvatore Ciullo.

ARBITRO: Daniele Paterna di Teramo (ass. Spiniello di Avellino e Iodice di Napoli).

RETI: 3' Anastasi (M), 9' Foresta (M), 87' Emmausso (T), 90' Milinkovic (M).

Dopo la pesante, quanto meritata, sconfitta interna contro l'Akragas, il Taranto torna in campo con un'altra formazione siciliana, il Messina, in un altro difficilissimo scontro diretto in chiave salvezza. In classifica i giallorossi peloritani si presentano con due punti di vantaggio (31 a 29), anche se su di loro incombe la scure della penalizzazione per i problemi legati agli emolumenti non versati ai propri tesserati. In attesa che la Procura Federale faccia però il proprio corso, i rossoblù di Sasà Ciullo devono riscattare lo scivolone di sette giorni fa e tornare a fare risultato, che sotto la gestione de l'ex tecnico della Juve Stabia, recita due punti su altrettante trasferte, l'ultima delle quali sul campo del Fondi. Un pareggio non è sicuramente l'obiettivo principale degli ionici che anzi devono cercare di fare bottino pieno per sopravanzare in classifica una diretta concorrente per la permanenza in categoria. Al San Filippi-Franco Scoglio di Messina, dunque, la posta in palio è altissima. #Lega Pro #Dirette