Non è la prima volta che scende in riva allo Ionio, ma probabilmente dopo il tam tam mediatico di questi ultimi giorni, l'ex premier Matteo Renzi è tornato a Taranto per confrontarsi con i rappresentanti sindacali dello stabilimento ormai tristemente famoso in tutta Italia, l'Ilva. Dopo essere stato negli Stati Uniti nelle scorse settimane, l'ex sindaco di Firenze ha iniziato un tour nel profondo sud per monitorare da vicino le problematiche che affliggono i territori e nello specifico questa mattina (giovedì 2 marzo, ndr) è giunto fin sull'Appia per incontrare i rappresentanti dei lavoratori del complesso siderurgico più grande d'Europa.

Tramite questo lungo post su Facebook, Renzi annuncia di essere stato a Taranto, ma non fa accenno ai temi affrontati, parla genericamente dei risultati ottenuti nel corso del suo governo, tramite il JobsAct, a livello nazionale.

Giustizia per Taranto

Intanto, in città le iniziative si stanno moltiplicando nella speranza che nessuno dimentichi Taranto ed i suoi abitanti, ed ancora ieri, nel corso della trasmissione Le Iene, è stata riproposta l'iniziativa Ie jesche pacce pe te con la quale si spera di riuscire a racimolare i fondi necessari per portare in città un pediatra oncologico. Addirittura pare che qualcuno abbia sfruttato il successo mediatico per fare sciacallaggio sulle t-shirt simbolo dell'iniziativa, producendo dei falsi rivendendole a prezzi ribassati. Tornando invece a Renzi, era già venuto a Taranto quando era ancora Presidente del Consiglio, durante il periodo di agitazione dei lavoratori dell'Ilva. Adesso vedremo questo nuovo incontro tra il leader del PD, in attesa di conoscere anche gli sviluppi politici in tal proposito, ed i rappresentanti dei lavoratori se riuscirà a portare qualcosa di nuovo e soprattutto di buono per una realtà che da anni sta fiaccando le resistenze di un'intera comunità come quella tarantina. In città la fiducia ormai è scarsa, per cui si rimane in attesa di vedere se questa visita porterà giovamento. #Cronaca Taranto